Pescara, crolla intonaco a scuola. Moige: “Chiudere gli edifici scolastici non sicuri”

 

crollo_scuola

Siamo preoccupati dalla presenza di istituti fatiscenti, che mettono a rischio la sicurezza dei nostri figli. Noi genitori non possiamo restare in ansia sapendo che, durante le lezioni, i nostri ragazzi rischiano costantemente la loro incolumità. Il caso dell’istituto alberghiero “De Cecco” a Pescara è solo l’ultimo esempio di una situazione preoccupante dell’edilizia scolastica italiana, che necessita di un intervento tempestivo. Tutte le scuole devono essere messe in sicurezza senza permessi provvisori in deroga”. Così Antonio Affinita, direttore generale Moige – movimento genitori, in merito al crollo verificatosi nella mattinata di oggi.

Questa mattina, infatti, all’istituto alberghiero “De Cecco” di Pescara, si è staccata parte dell’intonaco dal solaio dell’aula ed finito sugli studenti che erano a lezione. Tre ragazzi sono rimasti leggermente feriti; dalle prime informazioni avrebbero lievi contusioni ed abrasioni. L’istituto è stato immediatamente evacuato e sul posto sono giunti i vigili del fuoco, i carabinieri della Compagnia di Pescara, coordinati dal capitano Claudio Scarponi, e il personale della Provincia di Pescara, proprietaria della scuola, nonchè il personale del 118 che ha soccorso i tre studenti, tutti di 15 anni di Pescara, che hanno riportato ferite escoriate. I tre sono stati condotti in ospedale per le medicazioni.

La sicurezza dei nostri figli è un aspetto prioritario che non può attendere. Auspichiamo che si proceda con l’immediata verifica dell’agibilità delle strutture e la presenza di eventuali situazioni che compromettono la sicurezza dei nostri figli. Le scuole non a norma vanno chiuse senza indugi” conclude Affinita.

Non solo a Pescara: è sempre di questa mattina la notizia di una esplosione, provocata probabilmente da una fuga di gas, che ha danneggiato gravemente l’edificio che ospita le scuole elementare e media di Villa S.Maria (Chieti), un comune di 1.400 abitanti: secondo le prime verifiche non ci sarebbero persone ferite. La deflagrazione, a causa della quale sono cadute diverse pareti della struttura, è avvenuta alle 7.45. Il Sindaco ha emesso l’ordinanza di chiusura della scuola, mentre sul posto proseguono gli accertamenti dei vigili del Fuoco e dei carabinieri.

 

Leggi anche...