Abruzzo, Consiglio regionale. D'Alessandro sorpreso da reazione in merito a Garante

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 28 settembre 2016. “Sorprendono le parole di Rita Bernardini in merito alla non ancora avvenuta elezione a Garante dei detenuti abruzzesi. Ma cio’ e’ esclusivamente addebitabile ad una incredibile norma statutaria, quindi impossibile da modificare in breve tempo, che prevede una maggioranza qualificata di 21 voti. Come noto la maggioranza esprime 18 voti in Consiglio e la norma consegna dunque all’opposizione il diritto di veto”. Ha dichiarato Camillo D’Alessandro, coordinatore della maggioranza in Consiglio regionale che ha aggiunto: “Maggioranze cosi’ vincolanti sono previste nell’ordinamento, ad esempio per i giudici della Corte Costituzionale, ma in quel caso – trattandosi di un organo collegiale – e’ possibile trovare un’intesa sulla composizione. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Nel caso di specie, trattandosi di un organo monocratico non si consente ad una maggioranza che ha vinto le elezioni la nomina senza il contributo di almeno tre voti dall’opposizione. E’ nostra intenzione cambiare questa norma cloaca, poiche’ deve prevedersi per le nomine monoelettive la maggioranza semplice alla terza votazione, altrimenti il sistema impazzisce”. “Parlo da coordinatore della maggioranza  – ha aggiunto D’Alessandro – la storia secondo cui mancherebbero al nostro interno i numeri non solo non e’ vera, ma e’ possibile provare il contrario. Stupisce infine come esponenti del Partito Radicale abruzzese – mi riferisco a Ricardo Chiavaroli, gia’ consigliere regionale uscente e candidato con Forza Italia – non riescano a convincere dopo mille passaggi i propri rappresentanti a votare non certo un nome di parte ma una competenza nazionale indiscussa quale Rita Bernardini”. In SecondaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.

Leggi anche...