Pescara, dopo il maltempo piovono polemiche e accuse

fiume_pescara_piena“Ci era quasi sfuggita la nota di gruppo di alcuni consiglieri di Forza Italia sugli allagamenti, secondo cui saremmo dei faziosi e dovremmo chiedere scusa alla città per il vuoto dell’Amministrazione Alessandrini. Ma di cosa stanno parlando?” E’ quanto replica L’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pescara, Enzo Del Vecchio, alle accuse mosse dall’opposizione sulla situazione creatasi nei giorni scorsi a causa del maltempo.

“Sono dispiaciuto che in una situazione così drammatica per tanti cittadini e operatori economici pescaresi che hanno subito ancora una volta danni per l’assenza di un sistema anti allagamento in alcune parti della città, si debbano leggere parole così poco onorevoli da parte di persone elette per il bene della comunità. L’unica sostanza del comunicato è solo la voglia di animare una sterile e vana polemica, tesa, forse, ad autoassolversi per i cinque anni di totale assenza sull’argomento.

Non è stata la delibera regionale che i consiglieri citano a determinare i danni di questi giorni, ma è stata di certo l’assoluta incapacità da parte di chi ci ha preceduto di individuare almeno le risorse certe e spendibili per portare a compimento un progetto di così grande valore per una parte vulnerabile della città.

Altro che vuoto amministrativo! Un progetto che rischiava anche di restare incompiuto se non avessimo assunto noi la forte e responsabile iniziativa di revocare la realizzazione della cosiddetta Duna a cui loro tenevano così tanto, da minacciare ricorsi e diffide, ma che invece è stato l’anello portante per riprendere un lavoro essenziale per una parte della città di Pescara.

Con una maggiore responsabilità da parte loro e in questo momento, dai citati consiglieri di Forza Italia ci saremmo attesi che al posto di chiedere ad altri di farlo, le avessero poste loro stessi alla città le scuse per il ritardo ingiustificato nel portare a termine un’opera che ci auguriamo sia completata prima della prossima pioggia”.

Leggi anche...