Rischi industriali, l’Arta ha presentato un articolo al convegno VGR2016

Le ultime dall’Arta Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015 | Pescara – 07 ottobre 2016. Tra l’11 e il 13 settembre scorsi si e’ svolta a Roma, presso l’Istituto Superiore Antincendi, l’ottava edizione del Convegno Valutazione e gestione dei rischi negli insediamenti civili e industriali – VGR 2016, consolidato appuntamento quadriennale di riferimento per gli analisti di rischio, il mondo accademico, i soggetti istituzionali coinvolti nelle attivita’ di controllo per la tutela dell’ambiente, del territorio e per la sicurezza della popolazione, nonche’ per il mondo produttivo. L’Arta Abruzzo, che gia’ dalla precedente edizione (VGR 2012) fa parte del comitato scientifico del convegno, ha presentato nell’edizione 2016 la memoria Seveso III e sicurezza nei porti: ipotesi di lavoro per colmare una possibile vacatio legis, in cui sono stati analizzati gli effetti dell’abrogazione del Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 293/01 da parte del D.Lgs. 105/2015 (Seveso III) ed e’ stata illustrata un’ipotesi di lavoro in grado di evitare la dispersione del patrimonio conoscitivo consolidato in materia di analisi dei rischi nei porti industriali e petroliferi e di piani di emergenza portuali. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche sulle pagine del portale web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...