Pescara. Studentato all’ex Ferrhotel, firmato il protocollo operativo con Comune-Regione-Adsu

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 07 ottobre 2016. Nella mattinata di oggi il sindaco Marco Alessandrini in Regione ha posto la firma del Comune di Pescara su un protocollo fra Comune, Regione e Adsu che consentirà di fare un ulteriore passo avanti all’iter per il recupero e la riqualificazione dell’ex edificio Ferrhotel situato su Corso Vittorio Emanuele. Una via che è quella di partecipazione all’avviso ministeriale per la ristrutturazione di immobili da adibire a residenze studentesche, per la trasformazione dello stabile in uno studentato, aperta dall’intento dell’esecutivo e dal placet del Consiglio Comunale che nella seduta del 27 giugno scorso ha detto sì all’operazione, approvando la relativa delibera. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Comune di Pescara. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 17, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Firmatari del documento oltre al sindaco, l’assessore all’Istruzione Marinella Sclocco e il presidente dell’Adsu Abruzzo e Molise Tonio Di Battista. “E’ una firma che ci consente di far compiere un altro passo avanti a un progetto a cui tengo moltissimo e che riscontra un favore trasversale, perché farà bene alla città – il commento del sindaco Marco Alessandrini – Abbiamo lavorato alacremente con la Regione e l’Adsu per costruire questa chance che ci auguriamo si concretizzi con il bando: un riuscito gioco di squadra che ci ha unito ad ogni passaggio. E’ un progetto importante perché nasce dall’intento di riqualificare una zona centrale e sensibile della città, qual è l’area di risulta, su cui ci applicheremo presto perché trovi la definizione che da oltre vent’anni aspetta. E’ anche una mossa verso il rilancio dell’economia della conoscenza, a cui sommeremo altri passi, come il recupero della ex Caserma Cocco perché vi nasca un Campus e strutture per la città e a servizio del Polo della Conoscenza e del suo indotto. La trasformazione dell’ex Ferrhotel, che oggi è una struttura fatiscente, spesso ricovero per disperati, un neo dentro la città, è un obiettivo fortissimo contro il degrado e a favore della costruzione della Pescara di domani. Abbiamo colto l’occasione del bando che ci consente di reperire risorse per agire, ringraziamo la Regione e all’assessore Sclocco per aver insistito e creduto in questo orizzonte e l’Adsu che si è messa a disposizione perché questa rinascita avvenga. Sono certo che si tratta di un progetto positivo, con ricadute positive anche su un mondo che occupa una quota importante delle componenti sociali e demografiche della nostra città. Ricordo che la proposta è arrivata in Consiglio perché l’ex Ferrhotel faceva parte del piano di alienazione dell’Ente, in modo da usare i ricavi della vendita per la realizzazione di altre opere del Triennale delle Opere Pubbliche ed era quindi importante che il Consiglio, che aveva pochi mesi fa deciso di vendere il bene, oggi venisse chiamato ad esprimersi per individuare una nuova funzione e destinazione dello stesso. Ringrazio gli uffici, i tecnici e tutti coloro che hanno remato e remano a favore di questo orizzonte, perché diventi sempre più vicino e perché al più presto nel cuore della città ci sia un segno di rinascita concreto e fruibile”. Pescara, 7 ottobre 2016 | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.

Leggi anche...