Senologia, la Asl Lanciano Vasto Chieti riconosciuta eccellenza internazionale

ospedale_chietiL’attesa si è conclusa, con un numero che si incastona, come una pietra preziosa, in una storia fatta di sacrificio e ricerca ostinata della qualità in tutte le declinazioni. “Certificato n. 1017”: è questo il numero attribuito al Breast Centre della Asl Lanciano Vasto Chieti, che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dalla Commissione per la Certificazione Eusoma per il percorso senologico, che vede in primo piano il Centro diretto da Ettore Cianchetti. Il documento, che reca la data del 25 febbraio, è giunto ieri alla Direzione Aziendale, e certifica l’aderenza agli standard fissati dall’European Society of Breast Cancer Specialist dell’offerta assistenziale garantita dalla Asl alle donne malate di tumore al seno. Il bollino blu di qualità attribuito all’intero percorso, strutturato con l’apporto di molte unità operative degli ospedali di Ortona, Chieti, Lanciano e Vasto ha una validità di tre anni, al termine dei quali procedure e strutture saranno sottoposte nuovamente a verifica.

«Finalmente è arrivato il giusto riconoscimento al lavoro di tanti anni del mio gruppo e delle figure professionali che nel tempo hanno dato vita al percorso senologico – dice a caldo Cianchetti -. Per tutti noi si tratta di un nuovo punto di partenza, uno stimolo a lavorare ancora su ambiti che possono essere migliorati. Doveroso il ringraziamento al manager Zavattaro che ha creduto in noi e creato le condizioni più agevoli per ottenere un’attestazione di qualita che ci colloca nella top ten della senologia in Italia».

La certificazione è stata attribuita a conclusione di una lunga istruttoria, durante la quale sono finiti sotto la lente della Commissione volumi di attività, professionisti, processi e tutte le figure coinvolte nell’assistenza alle pazienti: oncologo, radiologo, anatomopatologo, chirurgo, radioterapista, case manager, infermieri. E’ stata verificata l’aderenza a precisi standard di qualità dell’attività di ciascuno, al fine di misurare con l’utilizzo di una serie di indicatori, la qualità espressa dal percorso strutturato per la presa in carico delle donne con diagnosi di tumore al seno. Nello specifico, sono stati presi in esame la gestione della fase chirurgica, la diagnostica, l’istologia, la fisioterapia, il follow up, la formazione degli operatori, le informazioni date alle pazienti.

«Siamo stati caparbi e determinati nel puntare a un traguardo così ambizioso – sottolinea con giusta soddisfazione il Direttore generale della Asl, Francesco Zavattaro – che abbiamo raggiunto grazie a un grande lavoro di squadra. E’ stata questa la cifra di questa sfida, fare gruppo intorno all’obiettivo seno, per strutturare una vera rete in grado di prendere in carico la donna e accompagnarla in tutte le fasi di diagnosi e cura del tumore. Ugualmente grande importanza è stata attribuita all’approccio multidisciplinare che caratterizza la gestione di casi, studiati e trattati secondo il percorso scaturito dal confronto tra i diversi specialisti coinvolti nel Gruppo Interdisciplinare Cure Oncologiche. Abbiamo dimostrato che la sanità di qualità è un obiettivo possibile anche in una Regione in piano di rientro».

La Certificazione Eusoma, dunque, riconosce il percorso senologico, che fa capo all’ospedale di Ortona, come Breast Centre, in linea con la normativa europea che a partire dal 2016 impone di trattare i tumori del seno esclusivamente in strutture che abbiano acquisito l’European Cancer Care Certification. La finalità è concentrare i casi in pochi centri altamente specializzati, in modo che le esperienze non vengano disperse e il personale possa acquisire competenze prodotte da volumi elevati di prestazioni.

Leggi anche...