AFFIDO ATIPICO DI BAMBINI IN DIFFICOLTA’, A PINETO IL BANDO

Le ultime dal Comune di Pineto | Pineto – 12 ottobre 2016. Un bando aperto a tutte le famiglie e i single che vorranno accogliere bambini in affido atipico. È quello che è stato presentato questa mattina presso la sala giunta del Comune di Pineto, alla presenza dell’assessore alle Politiche Sociali Daniela Mariani e delle operatrici dell’associazione “L’Elefante”, promotrice del bando. “Si tratta di una iniziativa bella e importante, che mette le famiglie nella condizione di aiutare bambini in difficoltà con l’aiuto di professionisti preparati”, ha commentato l’assessore Mariani. Il bando, già pubblicato sul sito web del Comune di Pineto, prevede che famiglie, anche di fatto, ma anche single, possano accogliere bambini con disagio attraverso l’affido atipico, servizio questo che si colloca tra la casa-famiglia e l’affido vero e proprio, affiancate da operatori professionali per aiutare le famiglie attraverso un tutor che sia di supporto alla famiglia e di riferimento per il minore. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Comune di Pineto. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 13, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. “Per la prima volta viene chiesto al territorio di aprirsi al mondo dell’affido supportato, con un servizio che vuole unire il calore e la stabilità della famiglia e la professionalità degli educatori professionali”, ha commentato Mariangela Passamonti, assistente sociale specialistica dell’associazione “L’Elefante”. “L’obiettivo è quello di permettere al minore di instaurare una relazione sana e duratura con l’adulto”, ha aggiunto Passamonti. Insieme ai ringraziamenti all’associazione “L’Elefante”, l’assessore Mariani ha anche voluto lanciare un appello per l’allargamento dell’adozione anche ai single. “Già da tempo la legge italiana consente l’affido anche ai single, oltre che alle famiglie, riconoscendo dunque loro la capacità di esercitare la genitorialità – ha dichiarato Mariani – Credo che la nostra legge possa superare questo gap culturale oggi presente, riconoscendo anche ai singoli la possibilità di adottare un bambino”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...