Teramo. BONIFICA DEL TRONTO: CONTROLLO ANTIPROSTITUZIONE DELLA POLIZIA

Le ultime notizie dalle Questure | Teramo – 12 ottobre 2016. FERMATE CITTADINE NIGERIANE PRONTE AD ADESCARE “CLIENTI“Per arginare i fenomeni delittuosi legati all’immigrazione clandestina e al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, recependo anche le segnalazioni di cittadini ed esercenti di alberghi e altre strutture ricettive dell’area interessata, ieri sera è stato effettuato un controllo straordinario del territorio, voluto da Questore De Simone, da operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e Squadra Mobile diretti, per l’occasione, dal Commissario Capo Dr.ssa D’Anastasio sulla Bonifica del Tronto, nella tratta da Martinsicuro a S.Egidio alla Vibrata. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informativo della Questura di Teramo. I dettagli della nota, della quale viene riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 13, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Nonostante le condizioni climatiche avverse, erano presenti ad esercitare la prostituzione, nei diversi siti dell’arteria stradale indicata, donne nigeriane, romene, albanesi ed transessuali di origine brasiliana, alcune delle quali alla vista dei poliziotti hanno cercato di fuggire tra la fitta vegetazione limitrofa al fiume Tronto. Nr. 15 le donne che i poliziotti sono riusciti a fermare e controllare: per 3 di esse è stato adottato il Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nei comuni che affacciano sulla Bonifica del Tronto, mentre per altre 3 donne, di origine nigeriana, condotte in Questura sono in corso accertamenti poiché prive di documenti di identificazione. Le predette ed alcuni “clienti” saranno sanzionati, come previsto dalle ordinanze sindacali e del Codice della Strada. Un italiano è stato sorpreso con la propria autovettura mentre faceva salire a bordo tre prostitute, giustificandosi con una “prestazione di lavoro”delle stesse ma che, in realtà, è ora oggetto di attività d’indagine per possibili collegamenti con lo sfruttamento della prostituzione. I controlli saranno ripetuti al fine di arginare il degrado di quell’area territoriale della provincia.. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa della Polizia di Stato. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...