Festa delle donne: domenica c’è “Agorarca – Ti amo da vivere”

agorarcaFesteggiare l’8 marzo, giornata delle donne, dicendo no alla violenza. E’ il senso della manifestazione “AGORARCA – TI AMO …DA VIVERE!”, in programma domenica (dalle 16.30) al Centro “L’Arca” di Spoltore (Pescara), a cura della psicologa e psicoterapeuta del Dipartimento di Salute Mentale della Asl di Pescara, Bruna Silvidii, in collaborazione con la direzione de “L’arca”. L’obiettivo è quello di considerare la piazza come agorà, ossia come “luogo aperto”, spazio di incontro e di comunicazione, per confrontarsi su un tema molto delicato e di estrema attualità quale il contrasto alla VIOLENZA PSICOLOGICA E PSICOFISICA nei confronti delle donne. Oltre alla Silvidii, Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale L’Occeano, che coordinerà la conferenza-dibattito sul tema, sul palco si alterneranno esponenti della Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, con la Presidente Gemma Andreini, e della Commissione Pari Opportunità del Comune di Pescara, con Tiziana Di Giampietro, e vari professionisti: Mauro Della Guardia, referente della Medicina di Genere della Asl di Pescara, e l’Avvocato e Mediatore Familiare Matilde Giammarco. Si spiegherà come difendersi dalla violenza e/o prevenirla e quali sono i percorsi psicosociali, legali e terapeutici per uscirne. Sarà presente anche Rita Pellegrino, Presidente del Centro di Antiviolenza Ananke di Pescara, che parlerà delle modalità di contatto con la rete antiviolenza ed il percorso di accoglienza e di inserimento nel Centro delle donne soggette a maltrattamenti e/o a violenze psicofisiche. Tra novembre 2013 e ottobre 2014, 315 donne vittime di maltrattamenti, violenze e stalking si sono rivolte al Centro, e 98 hanno avviato un percorso mentre altre 30 erano già in carico alla struttura. Tornando al programma, la pittrice Mirta Maranca parteciperà all’appuntamento descrivendo la tematica centrale delle sue opere, la condizione della donna nelle realtà sociali di altri paesi. Molto importante la presenza di Mostafà Benouara, responsabile della religione islamica per le provincie di Pescara e Chieti, che parlerà della condizione della donna nell’Islam. L’evento sarà ricco di momenti artistici, caratterizzati dall’esibizione del Soprano Antonella Trovarelli, accompagnata dal Maestro Giacinto Sergiacomo, con la lettura di testimonianze e di testi teatrali e poetici, a cura della giovane attrice Giulia di Matteo dell’Accademia Teatrale S.M.O. (Spazi Mentali Occupati) e dalla Silvidii, che si esprimerà anche come voce narrante. Il Maestro Plinio Meriggiola realizzerà un’estemporanea di pittura sul tema del contrasto alla violenza di genere. Dopo l’incontro saliranno sul palco le “GATAS VERDES!”, band composta esclusivamente da donne, per allietare il pomeriggio.

Leggi anche...