Abruzzo, Finanziamenti per l’internazionalizzazione piu’ convenienti e veloci grazie alla riforma del Fondo 394/81

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 26 ottobre 2016. Da oggi con SACE e SIMEST (Gruppo Cdp) conquistare i mercati esteri e’ piu’ conveniente e semplice. Grazie all’entrata in vigore del Decreto del MISE (DM 7/9/2016) e al lancio di un nuovo Portale internet, i Finanziamenti per l’Internazionalizzazione delle imprese (Fondo 394/81) gestiti da SIMEST costano meno, coprono maggiori spese e sono piu’ veloci da ottenere. TASSI PIU’ BASSI. Si riduce per tutti gli strumenti il tasso di interesse a carico dell’impresa, che passa dal 15 al 10% del tasso di riferimento comunitario utilizzato come parametro per questo tipo di strumenti agevolati: il tasso UE attualmente e’ pari allo 0,96%, pertanto il tasso d’interesse dei Finanziamenti SIMEST e’ lo 0,096%. GLI ALTRI BENEFICI. Ulteriori miglioramenti delle condizioni –  quali importi finanziabili superiori; piu’ ampia tipologia di spese finanziabili e durata del prestito; assenza di garanzie bancarie richieste o possibilita’, laddove previste, di optare per forme alternative (cash collateral) –  variano da strumento a strumento: ‘Studi di Fattibilita”. Per questo strumento – finalizzato ad aiutare l’impresa a valutare l’opportunita’ di investire all’estero – l’importo massimo finanziabile si amplia da 100mila a 150 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 200 a 300mila euro per studi collegati a investimenti produttivi. Inoltre, la durata del finanziamento sale da 3 a 4,5 anni, di cui 18 mesi di preammortamento. ‘Programmi di Inserimento sui Mercati Extra UE’.  La copertura delle spese effettuate per la realizzazione di un ufficio, show room, negozio o corner e delle relative attivita’ promozionali, da oggi sale al 100% del totale dal precedente 85%, con un massimale di 2,5 milioni di euro. ‘Partecipazione a Fiere e Mostre’. Questo finanziamento finalizzato a promuovere il business su nuovi mercati internazionali da oggi viene concesso per qualsiasi fiera o mostra, anche se non si tratta del primo evento cui l’impresa aderisce (come invece in precedenza). Inoltre, la copertura delle spese sale al 100% del totale delle spese preventivate dal precedente 85%, con un importo massimo finanziabile pari a 100mila euro. La durata del finanziamento e’ pari a 3,5 anni di cui 18 mesi di preammortamento. ‘Patrimonializzazione delle PMI Esportatrici’. L’importo massimo finanziabile a sostegno della solidita’ patrimoniale – finalizzata a stimolare la competitivita’ internazionale delle imprese di piccola e media dimensione – sale a 400mila euro dai precedenti 300mila. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa di Abruzzo Sviluppo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il canale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Piu’ facile, altresi’, ottenere il finanziamento per le PMI industriali/manifatturiere: il parametro di finanziabilita’ in funzione della solidita’ patrimoniale (‘livello soglia’) si riduce al 65% (dall’80%). ‘Programmi di Assistenza Tecnica’. Per il finanziamento delle spese di formazione del personale in Paesi extra UE la durata del finanziamento sale a 4,5 anni dai precedenti 3 anni e 6 mesi, di cui 18 mesi di preammortamento. IL NUOVO PORTALE DEI FINANZIAMENTI. Le novita’ riguardano anche i tempi di istruttoria che si abbreviano e la procedura di erogazione che viene notevolmente semplificata. A questo contribuisce il lancio del nuovo ‘Portale dei Finanziamenti’ accessibile dal sito SIMEST (simest.it), grazie al quale l’impresa puo’ richiedere direttamente online un nuovo intervento o gestire i finanziamenti che ha gia’ in corso con SIMEST. Inoltre, le aziende potranno simulare la propria valutazione per avere una prima indicazione di massima sull’accesso al finanziamento e sulle relative condizioni. Il Portale e’ stato realizzato per facilitare le aziende nella definizione dei progetti di investimento nei Paesi extra UE e per consentire di trasmettere direttamente la richiesta di finanziamento con firma digitale. Una modalita’ che si traduce in accelerazione e snellimento dell’istruttoria e nella riduzione della documentazione richiesta in un’ottica ‘paperless’. Si rafforza cosi’ l’offerta del polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, che – attraverso SACE e SIMEST – mette a disposizione un sistema integrato di strumenti assicurativo-finanziari in grado di soddisfare tutte le esigenze connesse allo sviluppo internazionale delle imprese italiane. Fondo 394/81, Gruppo CDP, internazionalizzazione, Sace, Simest | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa di Abruzzo Sviluppo.

Leggi anche...