TERREMOTO, NESSUNA EMERGENZA A PINETO – LE REGOLE IN CASO DI SCOSSA

Le ultime dal Comune di Pineto | Pineto – 30 ottobre 2016. Chiusura in via precauzionale della chiesa di S. Silvestro a Mutignano. È quanto ha deciso il Comune, a seguito della riunione d’emergenza che si è svolta stamani alla presenza della giunta comunale e del responsabile di Protezione Civile del Comune Marcello D’Alberto. “Non abbiamo nessun particolare motivo di allarme, ma si tratta di una chiesa che ha seicento anni, e a breve procederemo ad un sopralluogo”, ha dichiarato il sindaco Robert Verrocchio, dopo essersi sentito anche con il parroco della chiesa di Mutignano. Nessun danno particolare si è comunque registrato sul territorio pinetese a seguito della violenta scossa di terremoto di questa mattina. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Pineto. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 13, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Il nostro non è un territorio sismogenetico, ma ovviamente risente dei terremoti che avvengono a poche decine di chilometri da noi – ha aggiunto il sindaco – Al momento non vi è alcun motivo di allarme per ciò che riguarda Pineto”. La volontà che è emersa dalla riunione di questa mattina è quella di informare sempre di più la popolazione sui comportamenti da tenere in caso di terremoto. “Stiamo drammaticamente diventando consapevoli che il terremoto non è una eccezionalità, ma un fenomeno con cui dover convivere, visto che l’Appennino è un territorio fortemente sismico – ha sottolineato il primo cittadino – Già da domani ci incontreremo con i vertici dell’Istituto “Giovanni XXIII” per pianificare prove fisiche e comportamentali che i ragazzi devono tenere in caso di scossa, anche con volantini da portare a casa, proseguendo un percorso di informazione già iniziato nei giorni scorsi”. Nell’incontro si è anche deciso che Pros Onlus e Protezione Civile vigileranno gli ingressi dei due cimiteri di Pineto per dare consigli di comportamento alle centinaia di persone che in queste ore si stanno recando in visita presso i loro defunti. “Non abbiamo nessun allarme dai cimiteri – ha aggiunto il sindaco – Si tratta di offrire ai cittadini consigli di buon senso da attuare in caso di terremoto”. Di seguito un vademecum di comportamenti da tenere in caso di scossa di terremoto: -a prescindere da quale sia l’intensità del terremoto e la sua durata se siete colpiti dal sisma, non precipitatevi fuori dall’edificio se non vi trovate al piano terra e la porta d’ingresso non dà accesso diretto ad uno spazio aperto; – all’interno della vostra abitazione cercate un riparo nelle zone più sicure della casa, quali ad esempio sotto lo stipite di una porta, un buon tavolo e nelle rientranze del muro dove le pareti sono di considerevole spessore; – subito dopo l’evento, con relativa sicurezza, uscite all’aperto e trovate uno spazio sicuro. Gli spazi sicuri, in questi casi, sono da cercare in aree senza edifici ne costruzioni, quali una grande piazza o un terreno o una strada ampia. Conviene sempre considerare l’altezza degli edifici che ci circondano e valutare la distanza da essi; – non precipitatevi per le scale, fatelo con attenzione: sono una parte debole della struttura; – dopo una scossa evitate di prendere la vostra macchina se non in casi di estrema necessità, in quanto si possono ostacolare i mezzi di soccorso; – evitate di usare il telefono se non in caso di assoluto bisogno poiché le linee telefoniche devono rimanere libere per consentire le chiamate di soccorso. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...