Pescara, al via “interventi di somma urgenza per i danni del maltempo”

danni_maltempo_pescaraLa Giunta del Comune di Pescara ha deliberato interventi per il ripristino dei luoghi toccati dal maltempo dei giorni 4, 5 e 6 marzo. Nella delibera approvata si fa riferimento all’utilizzo di somme pari a 456.621,04 provenienti da economie di bilancio, che attraverso la procedura di somma urgenza saranno subito disponibili.

“Le svariate emergenze derivanti dall’ultima ondata di maltempo che hanno ancora una volta messo in evidenza le criticità del territorio cittadino – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Enzo del Vecchio – hanno trovato una prima parziale risposta attraverso il reperimento di risorse giacenti nei capitoli di bilancio e riferite ad altre avversità atmosferiche degli anni 1999/2005. Si tratta di una prima tranche che oggi ammonta a 456.621 e a cui un altro atto di Giunta che verrà adottato domani, aggiungerà ulteriori 700.000 provenienti da un avanzo di amministrazione del 2014, che consentiranno di intervenire su più fronti.

Le somme, che sono purtroppo esigue rispetto alle necessità della città, verranno utilizzate sul fronte allagamenti e frane, ma anche ripartite a copertura di interventi sul verde, sulle scuole e su tutti gli edifici pubblici, dai musei ai mercati, nonché sulla seconda frana avvenuta sulla di strada Colle Renazzo e a copertura dell’affidamento degli incarichi di progettazione relativi ai lavori ricompresi fra quelli che dovranno essere finanziati dalla Regione Abruzzo.

Tutto ciò è possibile attivando una procedura di somma urgenza, poiché le criticità emerse in questi giorni di avversità atmosferiche chiamano l’Amministrazione comunale ad agire subito a tutela della salute e della pubblica incolumità cittadina.

Stretti dunque anche i tempi di utilizzo, le somme sono messe subito nella disponibilità della Struttura Tecnica e dei Dipartimenti per ristorare le imprese che hanno lavorato durante le avversità e che nei prossimi giorni lavoreranno per ripristinare condizioni di normalità laddove è possibile.

Oggi ancora una volta si scopre in maniera sempre più incisiva l’assoluta necessità di garantire al territorio cittadino una manutenzione costante e duratura, ma soprattutto programmare interventi risolutori in quelle aree che da sempre mostrano i segni della loro debolezza rispetto ad eventi naturali anche di non rilevante entità”.

Leggi anche...