ABRUZZO, SOCIALE: ISTITUITO IL TAVOLO REGIONALE SULL’AFFIDO FAMILIARE

Abruzzo, le ultime notizie dall’ente Regione | Pescara, 18 nov. – L’Abruzzo e’ tra le primissime Regioni del centro-sud Italia, ad aver istituito il tavolo regionale sull’affido familiare, ufficialmente insediato questa mattina con la firma di un protocollo d’intesa. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo della Regione Abruzzo. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 12, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Dell’organismo fanno parte il Tribunale per i minori, l’Anci in rappresentanza dei Comuni, le 8 equipe di affido e le associazioni di famiglie affidatarie. L’obiettivo e’ promuovere l’utilizzo dell’affido per quei minori che vengono allontanati temporaneamente dalle proprie famiglie. In Abruzzo, infatti, in 2 casi su 3, i minori vengono ancora trasferiti in case famiglia o altre strutture di accoglienza. "Un rapporto – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali Marinella Sclocco – che vogliamo invertire, attraverso una serie di azioni condivise di sensibilizzazione e coordinamento, che mirano a far conoscere e diffondere questo strumento, molto utilizzato soprattutto nelle Regioni del Nord. E che racconta esperienze positive sia da parte dei bambini, sia delle famiglie che li accolgono". Le iniziative che saranno messe in campo vedono al centro i Comuni, cui spetta la gestione delle singole situazioni. Nel protocollo siglato oggi, tra gli altri punti, viene garantita, a esempio, la certezza dei sostegni economici alle amministrazioni – molte delle quali non hanno le risorse necessarie a supportare gli affidi – e delle coperture assicurative alle famiglie affidatarie. E’ prevista anche la formalizzazione di un percorso di assistenza per i neo maggiorenni che devono lasciare le strutture, per i quali lo scorso anno e’ stata approvata una legge regionale che ha istituito un apposito fondo. Frafla | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...