Abruzzo, Consiglio regionale. Pepe: passo fondamentale legge Centri di Ricerca

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 18 novembre 2016. L’Assessore Dino Pepe commenta l’approvazione della legge sui Centri di Ricerca avvenuta ieri nella seduta del Consiglio regionale::”E’ un passo fondamentale per il complesso processo di riordino, condiviso con i Sindacati e con il Collegio dei liquidatori, che e’ stato avviato come impegno programmatico sin dall’insediamento della Giunta”. Il processo di riordino ha gia’ visto lo stanziamento di un fondo di rotazione annuale di un milione di euro lo scorso luglio 2016 confermando, di fatto, l’importanza strategica dei Centri di Ricerca e la volonta’ della Regione di investire su di essi. Con questa legge sono stati ceduti fabbricati siti nell’aerea di Vasto ed Avezzano per un valore di circa 15 milioni di euro. Il conferimento del patrimonio immobiliare consentira’ la revoca dello stato di liquidazione gia’ da dicembre 2016, permettendo cosi’ ai Centri di Ricerca di partecipare alle nuove programmazioni POR – FESR. Il processo di riordino presentato ad opera del Collegio dei liquidatori ad agosto 2016 prevede poi la fusione dei tre Centri Crab Crivea Cotir ed un impegno finanziario regionale su base annuale. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 13, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Il fine ultimo – afferma l’Assessore Pepe – e’ la creazione di un nuovo Soggetto capace di aprirsi alla concorrenza con standard in linea con il mercato italiano ed europeo che possa diventare un punto di riferimento per le aziende del territorio del settore agroalimentare non piu’ costrette a rivolgersi fuori regione per i medesimi servizi. Rivolgo, in conclusione, un doveroso ringraziamento ai Consiglieri che con me hanno sottoscritto il provvedimento: Lorenzo Berardinetti, Giuseppe Di Pangrazio, Maurizio Di Nicola e Alessio Monaco.” () In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.

Leggi anche...