Consiglio:speciale attivita’ Anticorruzione

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 30 novembre 2016. Il decreto legislativo n. 33/2013 ha posto a carico delle pubbliche amministrazioni l’obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale tutta una serie d’informazioni con lo scopo di trasformare la Pubblica Amministrazione nella cosiddetta “casa di vetro” e consentire ai cittadini di monitorarne l’attivita’. In tal senso il “Responsabile per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza” del Consiglio Regionale ha predisposto il documento annuale dove si ribadisce il concetto di Trasparenza quale antidoto alla Corruzione. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 13, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Un ruolo cruciale e’ stato attribuito in questa materia all’Autorita’ Nazionale Anticorruzione sotto il versante sia dei controlli – anche dietro segnalazione dei cittadini – che dell’applicazione delle conseguenti sanzioni. Il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione 2016-2018 del Consiglio regionale al fine di recepire le indicazioni metodologiche fornite dall’Anac nell’aggiornamento al Piano Nazionale Anticorruzione sulle fasi di analisi e valutazione dei rischi per una migliore impostazione e realizzazione del processo di gestione del rischio di corruzione, si e’ proposto di migliorare l’analisi del contesto esterno; completare ed aggiornare la ricognizione dei processi organizzativi di competenza del Consiglio regionale; implementare il processo di gestione del rischio corruzione con particolare riferimento ai processi inerenti il Co.Re.Com. e l’erogazione di contributi per attivita’ culturali. Novita’ in materia di trasparenza – Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrita’ 2016-2018. Dopo aver confermato tutti gli ulteriori obblighi di trasparenza adottati dal precedente Programma 2015-2017, il Consiglio regionale esercitando la facolta’ demandata alle Regioni di promuovere un maggior livello di trasparenza attraverso la previsione di obblighi di pubblicazione ulteriori rispetto a quelli previsti dalla legge, al fine di consentire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche, ha stabilito di pubblicare sul sito istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente nuove ed ulteriori informazioni. Inoltre, anche la legge regionale 2/2016 ha sostanzialmente realizzato a livello legislativo l’innalzamento del livello di trasparenza sancito dal legislatore nazionale con il d.lgs. 33/2013, prevedendo l’obbligo di pubblicare i nominativi dei soggetti che percepiscono l’assegno vitalizio e di reversibilita’, nonche’ la misura delle somme a tal fine erogate nonche’ dei nominativi dei soggetti che percepiscono l’indennita’ di fine mandato e la relativa entita’. In SecondaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.

Leggi anche...