Abruzzo, Consiglio regionale. Leandro Bracco: "Istituiamo la colonia rurale"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 02 dicembre 2016. Il Consigliere regionale Leandro Bracco ha presentato una proposta di legge allo scopo di istituire in Abruzzo la “colonia rurale” ovvero, sul modello della classica colonia marina, organizzare, durante il periodo estivo, un servizio per bambini e ragazzi di eta’ compresa tra i 5 e i 14 anni che permetta agli stessi di conoscere gli elementi di una corretta alimentazione, le tradizioni agricole e alimentari della nostra Regione e l’educazione nonche’ il rispetto per l’ambiente. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 18, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. “Questa progetto di legge – ha dichiarato Bracco – non intende minare in alcun modo la classica colonia marina che e’ e rimarra’ un punto cardine delle estati di bambine e bambini abruzzesi, ma vuole introdurre un’alternativa, una scelta in piu’ finalizzata a coniugare il meritato riposo estivo e il gioco a esso collegato con un’attivita’ didattica”. La colonia rurale avra’ infatti per oggetto innanzitutto l’apprendimento di una corretta alimentazione “finalizzata a insegnare ai minori il valore di una dieta bilanciata, tesa non solo a prevenire l’obesita’ infantile, ma a comprendere l’importanza del benessere fisico e psicologico derivante da una corretta alimentazione”. “Essa poi concorrera’ alla conoscenza delle tradizioni agricole e alimentari abruzzesi dei nostri antenati – ha precisato Bracco – che si sono tramandate di generazione in generazione sino ai giorni nostri aggiungendo l’insegnamento dell’educazione ambientale intesa come rispetto, tutela e conservazione del territorio”. Il disegno di legge prevede inoltre di trattare, durante la colonia estiva, un’organizzazione ben precisa: “in primis la colonia rurale si svolgera’ all’interno di scuole specifiche che hanno familiarita’ con i temi da trattare – puntualizza Bracco – e gli istituti scolatici individuati per questo progetto sono quattro, uno per ogni provincia abruzzese: per Teramo abbiamo l’Istituto di istruzione superiore “Di Poppa-Rozzi”, per L’Aquila l’Istituto di istruzione superiore “L. Da Vinci-O. Colecchi”, per Pescara l’Istituto Tecnico Agrario statale di Alanno e infine per la provincia di Chieti l’Istituto Tecnico Agrario di Scerni”. In definitiva per il Consigliere regionale di Sinistra Italiana la proposta di legge si occupera’ di regolamentare tutti gli aspetti della colonia rurale: “la durata dei singoli turni, i limiti di eta’ per la partecipazione dei minorenni alla colonia stessa, il trasporto dei ragazzi dai luoghi di residenza agli istituti scolastici sopra elencati, il costo della colonia rurale e le esenzioni per i bambini la cui famiglia ha un reddito basso e l’organizzazione delle lezioni da tenere durante la colonia aventi per oggetto i temi sopra elencati”. “Sara’ per l’Abruzzo una occasione limpida – conclude Leandro Bracco – per sostenere, tutelare e valorizzare il territorio, la natura e l’ambiente, promuovendo la conoscenza del patrimonio storico e culturale del territorio abruzzese, con una spesa di 28.800 euro interamente destinati al pagamento dei compensi dei professionisti che terranno le lezioni ai minori”. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.

Leggi anche...