Abruzzo, Consiglio regionale. Bracco(SI): "bicicletta solidale ai piu’ bisognosi"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 10 dicembre 2016. Il Consigliere regionale di Sinistra italiana Leandro Bracco prosegue il suo impegno nell’azione di proposta legislativa con la presentazione del progetto di legge che intende istituire la “bicicletta solidale”. Nelle intenzioni del proponente, si chiede alla Regione Abruzzo di acquisire tutte le bici depositate presso i magazzini della Polizia municipale dei 305 Comuni che costituiscono la nostra regione, mai richieste dai proprietari e rimaste invendute a seguito di asta pubblica. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 09, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Molto spesso – spiega Bracco nella relazione al suo pdl – si tratta di biciclette rimosse perche’ intralciavano i pedoni o il traffico delle autovetture o perche’ abusivamente legate con lucchetti a ringhiere o recinti privati in violazione dei regolamenti comunali o del Codice della strada. Altre volte le bici sono state rubate e, una volta recuperate dalle Forze dell’ordine, non si riesce a rintracciare il legittimo proprietario”. Dopo che la Regione ne entrera’ in possesso, i mezzi a due ruote andranno riparati e donati, tramite bando pubblico, alle associazioni di volontariato che ne facciano richiesta. Saranno poi queste associazioni a individuare i cittadini piu’ bisognosi ai quali saranno poi donati. I requisiti previsti dal pdl per accedere all’utilizzo gratuito della bicicletta sono: essere residenti in Abruzzo da almeno tre anni, avere un ISEE non superiore ai 2500 euro e non essere intestatari di un’autovettura, un ciclomotore o qualsiasi altro mezzo per il quale la legge preveda l’iscrizione obbligatoria nei pubblici registri. “Questa proposta di legge – conclude Leandro Bracco – intende operare su un doppio binario: da un lato individua la necessita’ di rimettere in circolo la quantita’ maggiore possibile di mezzi a due ruote nella logica di attivare un concreto sistema di riutilizzo e rifunzionalizzazione dell’ “usato” mentre, dall’altro, si vuole contribuire a dotare di un mezzo di trasporto, seppur minimo, quei cittadini abruzzesi che vivono in condizioni di disagio e non possono permettersi l’acquisto di un veicolo a motore”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...