Calcio a 5, Pescara. L’intervista della settimana: “Japa” Duarte

Le ultime dalle abruzzesi di Serie A di Calcio a 5 | Pescara – 13 dicembre 2016. 34 anni appena compiuti, un’intervista e’ d’obbligo per Duarte, tornato a Pescara dopo due anni per mettere a disposizione del Delfino la sua esperienza e la sua grinta di sempre. Auguri Japa! 34 anni e non sentirli, sei quello di sempre. Puoi fare un primo bilancio della tua vita ? Hai realizzato quello che desideravi ? Ti ringrazio per gli auguri. Un bilancio della mia vita ? Francamente non potevo chiedere di piu’ a Dio. Ho tanti amici e una bellissima famiglia, ho tutto quello che avevo sognato da ragazzino e ho la salute per potermelo godere in serenita’ con la gente che amo. Cosa posso desiderare di piu’ ? In ambito sportivo ho ancora tante ambizioni e voglio alzare ancora molti trofei con l’aiuto di Dio e dei miei compagni. Possiamo ancora arrivare a raggiungere traguardi importanti. Lavoro sodo e prego ogni giorno per questo. Come e dove ti immagini tra dieci anni ? Non mi piace parlare di futuro, a me piace il presente. Ogni giorno e’ un regalo di Dio per tutti noi. Fra dieci anni ? Non saprei, spero solo di continuare a godere di buona salute e di avere sempre affianco a me tanti amici e la mia straordinaria famiglia. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informazione e comunicazione del Pescara Calcio a 5. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 19, anche mediante il sito internet del Pescara Calcio a 5, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Parliamo un po’ del Pescara ? Volentieri. Sei tornato dopo due anni d’assenza al Pescara, cosa hai trovato di diverso ? Tantissime diversita’! Prima di tutto molta piu’ organizzazione, in tutti i sensi. La societa’ e’ cresciuta molto, in primo luogo dal punto di vista delle professionalita’ che concorrono tutte insieme per tenere alto il blasone biancazzurra e garantire a noi giocatori il massimo sostegno in campo, in allenamento e nella vita di tutti i giorni. E poi e’ molto cresciuta la mentalita’ vincente che e’ la cosa piu’ importante per una societa’ importante e ambiziosa come la nostra. Lavoriamo duro ogni giorno per essere vincenti, non molliamo mai e giochiamo sempre per vincere. Siamo ormai quasi al giro di boa, venerdi’ si gioca per la prima piazza con Napoli, poi Winter Cup e girone di ritorno. Che bilancio fai del campionato del Pescara e delle altre squadre. Chi ti ha sorpreso, chi ti ha deluso ? La vera sorpresa del campionato e’ …il Pescara. Lo dico non per stupire ma perche’ sono convintissimo di questo. Non siamo partiti come favoriti ma tutti ci davano in seconda fascia dietro il Kaos e l’Acqua&Sapone. Abbiamo giocato sempre con grande qualita’ e determinazione, abbiamo vinto grandi partite e abbiamo alzato gia’ un trofeo. Nessuno si attendeva un rendimento cosi’ alto da noi e abbiamo sorpreso molti, dimostrando di essere sempre competitivi. Chi mi ha deluso ? Nessuno in particolare, perche’ sono abituato a non guardare in casa d’altri. Penso solo ed esclusivamente a casa mia e i bilanci sono solito farli solo a fine anno. Auguri di buon Natale, a chi li mandi ? Naturalmente auguro a tutti i nostri tifosi e alle loro famiglie un buon Natale e un felicissimo anno nuovo. Colgo l’occasione per mandare anche una letterina a Babbo Natale. Cosa gli chiedo ? Solo che ci mandi un bel regalo, possibilmente non adesso ma posticipato a giugno. A cosa mi riferisco ? Non lo dico ma tanto lo avete capito tutti. DELFINI COMMUNICATION AND PRESS OFFICE MANAGER | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web del Pescara Calcio a 5.