Abruzzo, Consiglio regionale. Gatti:" Crisi lavoro, passiamo dal dire al fare"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 14 dicembre 2016. “Ripetere ossessivamente concetti che non hanno alcun riscontro nella realta’ non li rende veri”. Ha dichiarato Paolo Gatti Vice Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo che ha aggiunto: “In particolare, quando il consigliere D’Alessandro parla di politiche del lavoro del governo regionale di centrosinistra e cerca paragoni con quanto fatto nel precedente governo di centrodestra, perde ulteriore tempo rispetto a quello gia’ trascorso inutilmente in questi 2 anni e mezzo, durante i quali ci si e’ limitati a spendere, con lentezza, i 31 milioni ottenuti e programmati dal centrodestra per il progetto “garanzia giovani”. “Null’altro – ha precisato Gatti – nulla per sostenere la nascita di nuove imprese, nulla a sostegno del mantenimento dei livelli occupazionali, nulla per i professionisti autonomi, nulla per le donne, nulla per una formazione concreta. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 16, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Solo qualche tirocinio qua e la’ e la prosecuzione del nostro progetto del Microcredito”. “Farebbe bene, il governo regionale, ad attivare serie politiche del lavoro, scongelando 140 milioni di euro disponibili da ben 30 mesi – ha concluso Gatti – quando lo faranno, troveranno una opposizione disponibile a dare suggerimenti e consigli, anche finalizzati a rendere piu’ incisiva una programmazione superficiale e troppo parcellizzata, inadatta a dare quelle risposte che il mondo del lavoro ed i cittadini abruzzesi, ormai sfiniti da una crisi interminabile che riguarda l’intero Paese, attendono da tempo”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.