Abruzzo, Consiglio regionale. Pettinari:"violata procedura in merito a PRG porto Pescara"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 21 dicembre 2016. “Arriva il parere favorevole Via per due delle tante opere che compongono il Piano Regolatore Portuale di Pescara e se da una parte chi amministra questa Regione e la citta’ pensa di aver fatto un passo avanti nella realizzazione del Piano regolatore Portuale, il M5S sa bene che le procedure che si stanno utilizzando non seguono la legge e non tutelano il territorio”. Queste le dichiarazioni diffuse uin una nota dal consigliere del M5S Domenico Pettinari che ha aggiunto: “Il progetto del porto di Pescara segnera’ l’assetto della citta’ per il prossimo secolo. E chi amministra anziche’ vedere l’insieme delle opere e degli impatti per prevenire o risolvere, gli errori gia’ commessi in passato, porta all’approvazione il progetto un pezzettino alla volta. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 08, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Questo parere favorevole e’ un passo avanti importante verso gli errori che gia’ hanno penalizzato il porto in passato. Non possiamo che essere preoccupati.Questo modo di operare e’ inammissibile proceduralmente: l’opera infatti e’ soggetta, per legge, a valutazione dell’impatto ambientale nazionale, che a nostro avviso dovrebbe valutare l’opera nella sua interezza e non a pezzettini autorizzandone di volta in volta una singola parte”. Pettinari nel segnalare questa procedura, sottolinea inoltre che “In Regione Abruzzo la maggioranza ha approvato il Piano senza il parere del consiglio superiore dei lavori pubblici, affidandosi al silenzio assenso che, se da un lato e’ legittimo legalmente, dall’altro significa attuare un’opera cosi’ importante senza il parere tecnico di un organo ministeriale”. “Come se non bastasse – continua Pettinari – la legge prevede che da fine ottobre sia istituita l’Autorita’ di Sistema portuale, che dovrebbe giudicare l’opera, anche in questo caso, con una visione d’insieme nel quadro dei Porti e non semplicemente il progetto in se’ come fatto fin ora dall’Autorita’ marittima”. “Pescara merita che una delle opere piu’ impattanti che nascera’ sul suo suolo, sia realizzata rispettando ogni obbligo di legge – conclude il consiglie del M5S – e che ci sia una visione a lungo termine che inserisca l’opera in modo armonioso senza creare disagi”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.