Pescara. Il Mobility Manager invita scuole e aziende della città a nomininare il proprio mobility manager.

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 26 dicembre 2016. Â’Riduzione del traffico, come previsto dalla legge nel caso di superamento dei limiti di presenza in atmosfera di sostanze dannose alla salute; interventi infrastrutturali a cui stiamo lavorando con decisione per favorire una mobilità nuova e più sostenibile; ma anche azioni semplici che mirano a cambiare abitudini e comportamenti nelle scelte quotidiane, agevolando l’uso della bicicletta e dei mezzi di trasporto collettivo: questo il fronte operativo del comparto Mobilità del Comune di Pescara. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. L’ultima delle azioni è lÂ’iniziativa del Mobility Manager dell’Ente che ha scritto a tutti gli istituti scolastici della città e a numerose aziende cittadine invitandole a nominare il proprio Mobility Manager, scolastico o aziendale, al fine di costruire con l’Amministrazione un piano degli spostamenti cittadini capace di agevolare la mobilità complessiva. Un obiettivo possibile, rilanciato dalla Legge 221 del 2015, recante “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”, che ha introdotto il Mobility Manager in tutte le scuole italiane, ma già vissuto dal 1998 a livello aziendale con il Decreto sulla Mobilità Sostenibile del Ministero dellÂ’Ambiente che istituisce il Mobility Manager nelle aziende. A quello del Comune spetta il compito di coordinare tutti gli altri e sollecitarli a mettere in moto azioni in grado di modificare e razionalizzare i flussi degli Â’spostamentiÂ’ tra Â’casa e scuolaÂ’ e tra Â’casa e sede di lavoroÂ’. Un obiettivo che verrà realizzato redigendo i cosiddetti Â’Piani degli Spostamenti Casa ScuolaÂ’ e i Â’Piani degli Spostamenti Casa LavoroÂ’, con l’obiettivo di organizzare al meglioquelli che vengono definiti Â’spostamenti sistematiciÂ’, cioè ripetitivi e che sono la fonte principale di traffico in un contesto urbano. Ciò è possibile come dimostrano buone pratiche italiane ed europee, lavorando sugli orari di ingresso e di uscita, o facendo viaggiare insieme e con un solo mezzo quattro persone che compiono quotidianamente lo stesso percorso, ognuno con il proprio mezzo: solo questo ridurrebbe a un quarto il traffico e l’occupazione del territorio, ma anche l’emissione di inquinanti in atmosfera. Un risultato che con l’utilizzo della bici o mezzi pubblici, sarebbero oltremodo maggiori. LÂ’iniziativa nasce anche alla partecipazione dellÂ’Amministrazione Comunale a un bando nazionale che prevede finanziamenti proprio per promuovere piani di spostamenti casa-scuola e casa-lavoro e che affida risorse complessive pari a 35.000.0000 di euro per un massimo di 1 milione a richiedente. Un’opportunità, dunque, al di là di cui per questa Amministrazione resta necessaria un’azione congiunta tra tutti i mobility manager aziendali e scolastici del territorio, per questo l’auspicio è che i soggetti contattati rispondano al più presto, questo consentirà di definire un piano strategico condiviso, in grado di far funzionare tutti i flussi degli spostamenti cittadini, progettandoli con chi li genera. r Oltre tutti gli istituti scolastici sono stati contattati: Provincia, Azienda Sanitaria Ospedaliera, Agenzia delle Entrate, Università Pescara Chieti, Tribunale, Aca, De Cecco, Cliniche, Confindustria, Agenzia del Territorio, Genio civile, Camera di Commercio, Trenitalia Â- RFI, FaterÂ’. Pescara, 26 dicembre 2016 L’assessore alla Mobilità Stefano Civitarese Matteucci Il vice sindaco e assessore alla Viabilità Enzo Del Vecchio | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.