Vinitaly, il Montepulciano d’Abruzzo accompagna l’alta cucina

vinitalyVerona, 23 marzo 2015 – Rosso, in Abruzzo, significa Montepulciano. Un solo vitigno coltivato nel territorio fin dal ‘700, per una pluralità di vini accomunati dal colore rubino intenso e dal profumo di antichi giardini. Antico e prezioso, il Montepulciano continua a generare nuovi vini, ciascuno con la propria personalità distintiva, tutti da scoprire. Proprio come le nuove referenze di Cantina Tollo, presentate oggi in occasione del Vinitaly: Heliko Montepulciano d’Abruzzo Dop Biologico, Montepulciano d’Abruzzo Dop Riserva e Rosso d’Abruzzo Dop.

È stato lo chef stellato Peppino Tinari del ristorante Villa Maiella di Guardiagrele, tempio della cucina abruzzese di tradizione, ad accompagnare, con i suoi finger food ispirati alla cucina tradizionale, la degustazione delle nuove referenze della Cantina.

Solo solfiti naturali e uve biologiche provenienti da vigneti radicati in terreni argillosi e calcarei, per Heliko, un Montepulciano d’Abruzzo Dop dal sapore pieno e morbido, che profuma di frutta rossa, viola e liquirizia. Il secondo, un Montepulciano d’Abruzzo Dop Riserva dagli intensi profumi fruttati, con note di amarena e frutti di bosco. Ventiquattro mesi in botte di rovere e sei in bottiglia per un affinamento che migliora nel tempo. Un Rosso Dop, il terzo, ottenuto esclusivamente da uve di Montepulciano, affinato per ventiquattro mesi in botti di rovere di Slavonia e per dodici mesi in bottiglia senza filtrazione, che si distingue per i profumi: oltre alla frutta rossa, viola e menta

«La valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche, di cui l’Abruzzo è ricco, ci sta molto a cuore – ha affermato Tonino Verna, presidente di Cantina Tollo, anche a capo del Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo –. Da oltre cinquant’anni la nostra Cantina dà vita a vini autoctoni premiati in tutto il mondo, coniugando tradizioni millenarie e innovazione. Siamo innamorati del nostro territorio e con l’evento di oggi vogliamo celebrare ancora una volta le sue eccellenze, proponendo la degustazione dei nostri nuovi vini, nati dallo storico vitigno di Montepulciano d’Abruzzo, in abbinamento alle creazioni di un grande chef abruzzese, custode della cucina di tradizione».

Leggi anche...