De Palma: «Intensa ondata di maltempo sulla nostra Regione con neve copiosa a quote collinari»

Meteo, il bollettino per l’Abruzzo | 16 gennaio 2017. «La nostra Penisola e’ interessata dalla presenza di una vasta circolazione depressionaria posizionata sul medio-basso Tirreno, alimentata da aria fredda di origine artica che favorisce condizioni di marcato maltempo sulla nostra Regione dove, in queste ultime ore, sono in atto precipitazioni diffuse e persistenti, nevose a quote collinari con sconfinamenti fin verso le localita’ di pianura. E’ quanto riportato nel bollettino meteo elaborato da Giovanni De Palma, Presidente dell’Associazione AbruzzoMeteo, da anni, ormai, autorevole voce scientifica del settore e punto di riferimento per tutti coloro che seguono le previsioni meteo circa la nostra regione. Il contenuto del bollettino meteo, nello specifico, e’ stato divulgato, alle ore 07, sul sito web abruzzometeo.org, portale dell’omonima associazione guidata proprio dallo stesso De Palma. Piogge diffuse e persistenti lungo la fascia costiera, con episodi di pioggia mista a neve o neve ma su tutto l’asse pedecollinare che si affaccia sul versante adriatico, sono in atto copiose nevicate con accumuli davvero rilevanti. Nelle prossime ore il maltempo continuera’ ad interessare la nostra Regione con precipitazioni intense e persistenti, specie sul settore centro-orientale, in maniera marginale il settore occidentale, con piogge diffuse lungo la fascia costiera e nevicate al disopra dei 100-200 metri nel teramano-pescarese, intorno ai 200-300 metri nel chietino ma le nevicate potranno estendersi anche verso le aree pianeggianti e costiere, anche se sara’ occasionalmente mista a pioggia. Tra martedi’ e mercoledi’ e’ previsto un lieve aumento delle temperature con probabile aumento della quota neve ma una nuova diminuzione e’ prevista da mercoledi’ sera e nella giornata di giovedi’, con nuovo probabile abbassamento della quota neve. Piogge diffuse, localmente intense e persistenti lungo la fascia costiera con occasionali episodi nevosi di sconfinamento in caso di precipitazioni intense, possibili lungo il settore costiero pescarese e teramano. L’ondata di maltempo continuera’ ad interessarci almeno fino alla giornata di giovedi’.

Sulla base di tale analisi, il livello di attenzione in Abruzzo per eventuali fenomeni intensi viene stimato come elevato e fissato a ‘L3′ su una scala che va da ‘0’ a ‘3’: si tratta del livello massimo di allerta, in virtù del quale gli eventi associati al maltempo possono determinare danni anche estesi o innescare situazioni di pericolo.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni generali di maltempo, specie sul settore orientale e costiero con precipitazioni diffuse, localmente intense e persistenti, nevose al disopra dei 100-200 metri nel pescarese e nel teramano, oltre i 200-300 metri nel chietino ma con probabili sconfinamenti fin verso le zone di pianura, con accumuli notevoli soprattutto sulle zone collinari, in particolar modo a quote superiori ai 500 metri. Si trattera’ di neve particolarmente pesante in grado di creare danni e disagi, frequenti rotture di rami altamente probabili in queste situazioni. Piogge diffuse, localmente intense e persistenti lungo la fascia costiera ma non si escludono sconfinamenti nevosi in caso di precipitazioni particolarmente intense. Precipitazioni meno intense ma a prevalente carattere nevoso nell’aquilano, precipitazioni moderate sulla Valle Peligna. Maltempo che continuera’ ad interessare la nostra Regione anche nei prossimi giorni. Temperature: Generalmente stazionarie ma al disotto delle medie stagionali. Venti: Moderati dai quadranti settentrionali con rinforzi lungo la fascia costiera. Mare: Agitato o molto agitato con mareggiate, attenzione. » | A cura Redazione giornalistica AN24. Fonte: bollettino meteo a cura di Giovanni De Palma. In PrimaPagina su AN24.