Calcio, Pescara. Fiorillo: “Conosciamo le nostre qualita'”

Pescara – 27 marzo 2015. Vincenzo Fiorillo e’ l’ex di turno insieme a Sansovini. I ricordi con la maglia dello Spezia sono contrastanti, ma quel periodo difficile vissuto dopo un grave infortunio lo ha reso il portiere dei “miracoli” che a Pescara abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare. Cosa significa per te tornare a La Spezia? Fu un’esperienza che mi ha segnato. Arrivavo dopo un gravissimo infortunio alla mano, pieno di dubbi e con il timore che niente sarebbe stato come prima. Queste paure hanno anche permesso che prendesse il sopravvento la mia parte umana a dispetto di quella professionale. È stato un momento difficile della mia carriera, ma e’ stato comunque importante per capire quanto sia fondamentale per un calciatore trovare gli stimoli giusti per andare avanti.  Il piu’ bel ricordo con la maglia spezzina? La partita vinta 2-0 con la Reggiana dove ho dato il mio contributo e mi e’ servito per capire che nonostante l’infortunio stavo tornando a fare bene e che dovevo crescere come persona e come atleta. Che partita sara’? Quali insidie? Le insidie le troviamo nel collettivo. È una squadra di stranieri e italiani che tra le tante qualita’ fanno della corsa una loro risorsa in un campionato dove questo aspetto e’ fondamentale. Ma sappiamo quali sono le nostre qualita’ e quali dobbiamo amplificare per poter fare risultato.

Leggi anche...