Pescara, zona-stazione: parte la viabilità alternativa; la controstrada non ci sarà più

viabilita_arearisulta_pescaraNella giornata martedì 3 aprile, a conclusione dei lavori di adeguamento previsti con la delibera di Giunta n. 604 del 11.09.2014, entrerà in vigore la nuova disciplina viaria riguardante Via De Gasperi, rotatoria Via Teramo e Via Bassani Pavone. La definizione dei lavori comporterà la chiusura e la conseguente eliminazione della cosiddetta controstrada, che la sentenza n. 174/2014 del TAR di Pescara ha dichiarato illegittima.

“Si tratta di un intervento di pianificazione della mobilità cittadina che ha già registrato una sensibile fluidificazione del traffico veicolare sulle arterie collegate già immediatamente dopo avere rimosso la rotatoria posta all’incrocio con via Teramo – spiega l’assessore a Lavori Pubblici e Mobilità Enzo Del Vecchio – In questi giorni sono in via di completamento i lavori riguardanti la sostituzione di alcuni tratti di asfalto sulla viabilità alternativa, l’apposizione della segnaletica orizzontale e verticale nonché azioni per migliorare l’accessibilità ai parcheggi sull’Area di Risulta.

La novità comporta una riorganizzazione del traffico veicolare in una parte della Città particolarmente delicata per l’elevata presenza di traffico e auto, mobilità che procede soprattutto in direzione parcheggio dell’Area di Risulta, come confermano i rilievi dei flussi veicolari che in questo periodo vengono svolti nel programma sulla “Sicurezza Stradale”.

Riflessi importanti sulla viabilità riguarderanno Piazza della Repubblica per effetto della rimozione della controstrada, che comporterà l’eliminazione di quel traffico veicolare che ha richiesto l’impianto semaforico all’incrocio con Corso Vittorio Emanuele e il cui spegnimento consentirà un flusso continuo da parte del traffico oggi presente, in misura molto ridotta, proprio su Corso Vittorio Emanuele in direzione sud-nord”.

Leggi anche...