giovedì, Giugno 30, 2022
HomeCronaca40ENNE PESCARESE INDAGATO PER REATI PERSECUTORI E DIFFUSIONE ILLECITA DI IMMAGINI O...

40ENNE PESCARESE INDAGATO PER REATI PERSECUTORI E DIFFUSIONE ILLECITA DI IMMAGINI O VIDEO SESSUALMENTE ESPLICITI

Polizia, la nuova nota online dalle questure pubblicata sul sito web istituzionale, sezione Questura di Chieti:

Nella tarda serata di ieri, gli uomini del Commissariato di P.S. di Vasto, con l’ausilio della Squadra Mobile della Questura di Pescara, sottoponevano  agli  arresti domiciliari un 40 enne pescarese indagato per i reati meglio noti di stalking e reveng porn. L’uomo non aveva accettato la fine della relazione con una professionista vastese la quale, nel giro di poche settimane, aveva visto la propria vita trasformarsi in un incubo – recita il testo pubblicato online. Telefonate ad ogni ora del giorno e della notte, email dal contenuto gravemente lesivo della persona e con esplicite minacce nei suoi confronti, pedinamenti ed appostamenti, diffusione su internet di foto private della donna – L’indagato poneva in essere una serie di condotte illecite che  hanno  addirittura portato la vittima a cambiare le proprie abitudini di vita, adottando ogni accorgimento possibile per verificare la presenza dell’uomo nei pressi della propria abitazione o del posto di lavoro – La persona offesa, temendo per la propria incolumità fisica, si è rivolta alla Polizia di Stato e gli uomini e le donne di via Bachelet, sotto la direzione del Procuratore della Repubblica del Tribunale di Vasto, Dott. Giampiero Di Florio, hanno raccolto significativi elementi di prova a carico dell’incensurato pescarese – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. Questi sono confluiti in una richiesta di misura cautelare personale, emessa nella mattinata di ieri dall’Ufficio GIP del Tribunale di Vasto – Nel corso dell’esecuzione della misura cautelare, la Polizia di Stato ha sequestrato all’indagato il telefono cellulare ed altri supporti informatici che saranno oggetto di successivi accertamenti per acquisire ulteriori elementi di prova a carico dell’indagato, sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella sua abitazione in un paese della provincia di Pescara – viene evidenziato sul sito web.

- Pubblicità -

Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo della Polizia per quanto riguarda la Questura di Chieti. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 07, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, sezione Questura di Chieti, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: questure.poliziadistato.it

- Pubblicità -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments