domenica, Agosto 14, 2022
HomeAttualità8 MARZO: “3 DONNE, 3 STRADE” IL COMUNE ADERISCE ALLA CAMPAGNA DI...

8 MARZO: “3 DONNE, 3 STRADE” IL COMUNE ADERISCE ALLA CAMPAGNA DI TOPONOMASTICA FEMMINILE E ANCI. ALL’AQUILA PIAZZALE “IRENA SENDLER”

L’Aquila, nuova nota pubblicata sul portale ufficiale del Comune:

Riaffermare il ruolo della donna nella storia e nella memoria collettiva restituendo visibilit culturale all’elemento femminile attraverso una toponomastica pi equa e paritaria – viene evidenziato sul sito web. Con questa finalit il Comune dell’Aquila ha aderito alla campagna di sensibilizzazione “8 marzo: 3 donne 3 strade” promossa dall’associazione Toponomastica Femminile con il patrocinio dell’ANCI, che prevede l’intitolazione di strade, piazze, aree verdi e spazi pubblici alle donne che in passato hanno contribuito al progresso e allo sviluppo del nostro Paese con il loro impegno sociale, culturale, religioso e politico – riporta testualmente l’articolo online.

- Pubblicità -

“Facendo seguito all’appello rivolto a tutti i sindaci dei Comuni italiani, all’Aquila abbiamo avviato le procedure di intitolazione di uno spazio cittadino a Irena Sendler, infermiera polacca, morta nel 2008, che salv migliaia di minori ebrei durante le persecuzioni naziste – recita la nota online sul portale web ufficiale. Aveva 30 anni quando cominciarono le deportazioni e, grazie al suo coraggio e al suo lavoro di infermiera, strapp dalla morte sicura in un campo di sterminio 2mila bambini, alcuni dei quali al termine della guerra riuscirono a ricongiungersi alle loro famiglie – Persegu questo obiettivo mettendo a repentaglio la sua stessa vita e, anche se venne arrestata dalla Gestapo e condannata a morte, si salv grazie ai partigiani polacchi e port i bambini in salvo con documenti falsi, affidandoli alle cure di famiglie cristiane che abitavano in campagna” spiega l’assessore alle Pari Opportunit, Maria Luisa Ianni, che sottolinea come: “l’importanza di questa figura appare ancora pi meritevole di attenzione nell’attuale periodo storico alla luce della guerra in Ucraina e dell’emergenza causata dal Covid-19, che hanno acceso i riflettori sul fondamentale ruolo ricoperto dalle persone che lavorano in ambito sanitario”.

“Ringrazio l’assessore competente, Carla Mannetti, che ha accolto la mia richiesta e ha presentato in giunta la proposta di delibera e la Commissione consultiva per l’onomastica stradale, che ha espresso a maggioranza parere favorevole alla mia volont di intitolare una via a Irena Sendler e ne ha individuato la localizzazione presso un’area destinata a parcheggio, ubicata lungo Via Francesco Savini, tra il Conservatorio e le scuole di Colle Sapone – si apprende dalla nota stampa. Ringrazio, inoltre, l’Accademia di Belle arti per la disponibilit accordata a realizzare un’installazione da collocare nell’area individuata, o comunque a proporre un progetto di riqualificazione della stessa, e la presidente dell’associazione Toponomastica femminile, Maria Pia Ercolini, che si detta entusiasta per l’adesione dell’amministrazione comunale all’iniziativa” conclude l’assessore Maria Luisa Ianni.

E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio stampa del Comune di L’Aquila. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 10, anche mediante il canale web istituzionale del Comune di L’Aquila, sul quale ha trovato spazio la notizia. Fonte del comunicato: comune.laquila.it

 

- Pubblicità -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments