martedì, Agosto 16, 2022
HomeAttualitàChieti, Matrimoni all’ex chiesa di Santa Maria del Tricalle, c’è il sì...

Chieti, Matrimoni all’ex chiesa di Santa Maria del Tricalle, c’è il sì della Giunta

Si riporta di seguito il comunicato diramato dall’Ufficio Stampa del Comune di Chieti attraverso il portale web istituzionale:

 

- Pubblicità -

Chieti, 30 luglio 2021 – Via libera
della Giunta all’utilizzo della Chiesetta di Sant’Anna al Tricalle come casa
comunale per la celebrazione dei matrimoni civili – precisa la nota online. L’offerta di luoghi dove convolare
a nozze si arricchisce così di un altro scenario d’effetto, l’ex chiesa,
riaperta dopo 40 anni grazie al partnerariato sociale fra Soprintendenza Archeologia,
Belle Arti e Paesaggio e la cooperativa Mirare, potrà ora adempiere anche a
questa funzione, di fatto arricchendo la scelta dei futuri sposi della città,
in base alle regole cittadine vigenti.

 

“Si tratta di un posto bellissimo dove
poter celebrare il giorno più bello – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore
ai Servizi demografici Teresa Giammarino – che si aggiunge agli altri spazi ove
convolare a nozze a fronte di una richiesta inoltrataci dalla Soprintendenza – viene evidenziato sul sito web.
Il posto è già meta di eventi e aggregazione, sociale, civica e culturale,
grazie al lavoro che la cooperativa Mirare conduce da anni sull’area di
proprietà comunale insieme alla Soprintendenza, lavoro che porterà alla
rinascita di un luogo identitario che anche attraverso questa decisione potrà
esprimere tutto il suo potenziale – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. Nella ex chiesetta, oggi sconsacrata, si
tornerà a dire sì, con la possibilità di celebrarvi come casa comunale
matrimoni e unioni civili – aggiunge la nota pubblicata. Così a Chieti si allarga la scelta di un altro luogo
bello e suggestivo dove sposarsi: oltre la sede del Comune ad oggi sono operativi
come case comunali: il Teatro Marrucino, il museo Barbella, Palazzo de’ Mayo, Palazzo
Lepri, la delegazione comunale di Chieti Scalo – recita il testo pubblicato online. Il nostro intento è quello di
aggiungere ulteriori location che appartengono al nostro patrimonio, pieno di spazi
di pregio dal punto di vista culturale e artistico, rendendo possibile le
cerimonie anche su altri scenari, magari ambientali, capaci di rappresentare la
bellezza di cui la nostra città è depositaria”.

E’ quanto si legge in una nota ufficiale diffusa, oggi, dal servizio stampa del Comune di Chieti. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche mediante il sito internet del Comune di Chieti, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: comune.chieti.it

 

- Pubblicità -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments