lunedì, Luglio 22, 2024
HomePoliticaConsiglio Regionale d’Abruzzo. Film Commission, Pd: mai attivata e senza risorse

Consiglio Regionale d’Abruzzo. Film Commission, Pd: mai attivata e senza risorse

Si riporta di seguito il comunicato pubblicato diramato dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale d’Abruzzo attraverso il portale dedicato EmiciloNews:– “Un altro grande bluff firmato Marsilio e centrodestra: la Fondazione Abruzzo Film Commission, destinata allo sviluppo della cultura regionale, ma mai attivata da chi governa, nonostante la presentazione in pompa magna fatta a gennaio, alla vigilia del voto regionale – recita la nota online sul portale web ufficiale. Ferma e mai dotata delle risorse per agire, tanto che il famoso logo della Regione comparso nel film di Riccardo Milani, “Un mondo a parte”, è stato una gentile concessione del regista, non un sostegno promozionale all’Abruzzo attraverso il cinema – viene evidenziato sul sito web. Questo l’imbarazzante stato dell’arte emerso ieri dai lavori della Commissione congiunta dedicata all’argomento, su cui chiederemo subito iniziative all’Esecutivo per attivare al più presto uno strumento pronto, che può creare economia e lavoro”, annunciano i consiglieri regionali Pd Antonio Di Marco e Pierpaolo Pietrucci, firmatario della legge istitutiva nel 2014, a commento dei lavori – precisa la nota online. “Uscire dallo stallo significa promuovere l’Abruzzo con i fatti e non solo con la propaganda – incalzano i due esponenti del PD – . Il potenziale della Film Commission è considerevole e non può restare fermo – aggiunge testualmente l’articolo online. Per uscire dall’inerzia serve la volontà: c’è tutto, persino lo statuto, ma l’iter si è fermato dopo la DGR 68/2024, in cui si legge che l’organo di controllo è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale ed è composto da tre membri, di cui uno con funzioni di presidente, il mandato dura tre anni e può essere riconfermato una sola volta – Niente più segnali di vita fino alla Commissione di ieri, convocata per esaminare lo stanziamento da attribuire alla Fondazione, un pacchetto di risorse mai attivato da gennaio – recita il testo pubblicato online. Si tratta di una dotazione di 50mila euro e di un’integrazione del fondo di gestione di 350mila euro per il 2024, a cui va aggiunto un ulteriore stanziamento di 600mila euro con decorrenza dal 2025 “per ciascuna annualità successiva”.  Se si parla con quanti si occupano di cinema in Abruzzo emerge con chiarezza che la mancata erogazione di fondi e l’assenza di un ufficio che contatti le case di produzione, offrendo i vantaggi del territorio e proponendo di girare film qui da noi, di fatto provocano la stasi assoluta della Film Commission. In sostanza è un gigantesco e penalizzante “non fatto”. Tutte le belle parole spese da Marsilio sull’importanza del cinema per la promozione turistica e territoriale dell’Abruzzo, erano fiabe elettorali, le stesse circolate anche a seguito dell’uscita del film di Milani al quale va il nostro ringraziamento per aver concesso sul suo film l’utilizzo del logo della Regione, nonostante non sia stata in grado di fare altro che propaganda su uno strumento tanto importante per l’economia della cultura sul territorio”. (com/red)  

E’ quanto si legge in una nota ufficiale diffusa, in giornata, dal servizio stampa dell’Emiciclo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente nel presente articolo il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il canale web istituzionale del Consiglio Regionale d’Abruzzo, sul quale ha trovato spazio la notizia. Fonte del comunicato: emiciclonews.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime