giovedì, Dicembre 8, 2022
HomePoliticaConsiglio Regionale. Santangelo incontra emigrato abruzzese-venezuelano

Consiglio Regionale. Santangelo incontra emigrato abruzzese-venezuelano

- Advertisement -

Consiglio Regionale d’Abruzzo, ultime dal sito dell’Ufficio Stampa dell’Emiciclo:

– L’Aquila – Il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Santangelo questa mattina ha incontrato all’Emiciclo signor Angiolino Mario Di Scipio, abruzzese nato a Collepietro (AQ)  nel 1937 e che a soli ventidue anni è emigrato in Venezuela – si apprende dal portale web ufficiale. Inizialmente, come molti italiani costretti per ragioni economiche a trasferirsi all’estero, si stabilizza nella capitale del paese sudamericano, Caracas, mentre nei decenni successivi, va a  vivere e lavorare in diverse città del paese latino-americano – riporta testualmente l’articolo online. Negli anni si è cimentato in una moltitudine di lavori svolgendo i mestieri più umili e successivamente ha aperto un’attività di lavanderia a conduzione familiare – si apprende dalla nota stampa. Il vicepresidente Santangelo nel portare i saluti dell’Assemblea consiliare, ha voluto omaggiare con dei libri il corregionale Di Scipio, soffermandosi: “ Ringrazio Angiolino e quanti della sua famiglia lo stanno accompagnando in questo viaggio alla riscoperta delle proprie origini, perché le radici sono un aspetto fondamentale dell’essere umano – riporta testualmente l’articolo online. Da membro del Consiglio regionale abruzzesi del mondo (CRAM), mi onora avere in visita al  Consiglio regionale e nella splendida città dell’Aquila, un nostro corregionale e mi auguro che altri come lui trasferitisi all’estero possano tornare nelle proprie terre d’origine – recita la nota online sul portale web ufficiale. In prima persona sto lavorando affinché altri abruzzesi non siano costretti, come Angiolino più di settantenni fa, ad andare via dalle nostre terre per cercare fortuna fuori dall’Abruzzo”. Angiolino Mario Di Scipio ha voluto ringraziare il vicepresidente Santangelo per l’accoglienza ricevuta e ha colto l’occasione per sottolineare come: “Tutta la mia famiglia è in Venezuela, e tra figli, nipoti e bisnipoti siamo una  quarantina di persone e a tutti loro ho trasmesso la memoria e le tradizioni della mia terra d’origine, che porto sempre nel mio cuore”. (Red/AM)

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale dell’Abruzzo. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 12, anche mediante il canale web istituzionale del Consiglio Regionale d’Abruzzo, sul quale ha trovato spazio la notizia. Fonte del comunicato: emiciclonews.it

 

LEGGI ANCHE
- Advertisment -

Ultime