domenica, Dicembre 4, 2022
HomeCronacaPolizia, la nota: Emissione di un provvedimento di divieto di accesso a...

Polizia, la nota: Emissione di un provvedimento di divieto di accesso a specifiche aree urbane

- Advertisement -

Dal sito della Polizia di Stato – Questura di Teramo:

Prosegue l’attività di prevenzione disposta dal Questore della Provincia di Teramo dr Lucio PENNELLA finalizzata a contenere ed evitare la reiterazione di condotte antigiuridiche di particolare gravità verificatesi in determinati contesti situazionali, ossia quelli di aggregazione sociale, quali pubblici esercizi o aree urbane, frequentati rispettivamente da avventori e passanti – precisa il comunicato. In tale ambito, sulla scorta dell’istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura, è stato emesso un provvedimento di divieto di accesso a specifiche aree urbane, scaturito da un violento episodio verificatisi a Teramo in prossimità del parco pubblico ubicato in questa piazza Garibaldi – aggiunge la nota pubblicata. In particolare, lo scorso 13 novembre alle ore 18.00 circa, operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti presso il suddetto parco, in quanto era stata segnalata una lite animata tra due persone, una delle quali presentava varie ferite al volto, successivamente giudicate guaribili in 30 giorni – A seguito di immediata attività investigativa è emerso che, per futili motivi, un cittadino romeno aveva percosso brutalmente un suo connazionale, dopo avergli detto di provare da tempo risentimento nei suoi confronti – precisa il comunicato. La condotta minacciosa iniziava a bordo della vettura dell’aggressore; pertanto, il malcapitato si dava alla fuga, trattenendosi in un bar di piazza Garibaldi, dove veniva raggiunto dal connazionale, che lo aggrediva alle spalle, costringendolo ad uscire dal locale – recita la nota online sul portale web ufficiale. All’esterno, la vittima veniva nuovamente colpita alle spalle e, dopo essere caduta, subiva ripetutamente calci al viso e al corpo – Il destinatario del provvedimento non potrà più accedere per due anni all’interno e nelle immediate vicinanze di locali pubblici o aperti al pubblico ricadenti su tutto il territorio del Comune di Teramo – riporta testualmente l’articolo online. E’ evidente che la situazione di pericolo verificatasi ha leso, anche in astratto, il bene giuridico della pubblica sicurezza, inteso anche come vivibilità e decoro – recita il testo pubblicato online. Tra le altre cose, il fatto si è verificato in prossimità di una delle piazze principali della città e del parco pubblico, luoghi di incontro ed aggregazione e crocevia per i mezzi di trasporto urbano ed extraurbano – aggiunge testualmente l’articolo online.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo della Polizia per quanto riguarda la Questura di Teramo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 11, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, sezione Questura di Teramo, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: questure.poliziadistato.it

LEGGI ANCHE
- Advertisment -

Ultime