martedì, Agosto 16, 2022
HomeAttualitàTeramo, Il consiglio comunale approva il Pef della Tari

Teramo, Il consiglio comunale approva il Pef della Tari

Teramo, nuova nota pubblicata sul portale ufficiale del Comune:

Questo pomeriggio il consiglio comunale ha approvato con 20 voti favorevoli, 6 contrari e 1 astenuto, il Piano economico finanziario della Tari, il primo successivo alla trasformazione della Team in società in house – si apprende dalla nota stampa. Il piano, nonostante il caro bollette, per il quale sono stati iscritti nel Pef oltre 300mila euro, avrà un costo complessivo di 10.349.000 euro – riporta testualmente l’articolo online. “E’ un Pef il cui costo è il più basso degli ultimi 10 anni e questo grazie, da un lato, alla razionalizzazione messa in campo in attesa del piano industriale, con una riduzione immediata dei costi fissi di 240mila euro – sottolineano il sindaco Gianguido D’Alberto e l’assessore al bilancio Stefania Di Padova – e dall’altro, per la scelta politica dell’amministrazione di applicare un importante riduzione della pressione Tari grazie all’utilizzo di alcune risorse che si sono liberate”. Per abbattere il costi a carico dei cittadini, come illustrato dall’assessore Di Padova,  sono state utilizzate 500mila euro di risorse proprie del Comune e 495mila euro relativi ai fondi per l’emergenza covid avanzati dallo scorso anno e non richiesti dai cittadini – “Attraverso queste risorse – proseguono i due amministratori – siamo riusciti ad arrivare a un abbattimento generale di un milione di euro del costo messo a tariffa e ad applicare la riduzione delle tariffe sia all’utenze domestiche che a quelle non domestiche”. La riduzione della tariffa interesserà tutte le utenze, con una diminuzione più consistente per le frazioni, interessate dal sistema misto porta a porta ed ecoisole – recita la nota online sul portale web ufficiale. “Le misure di agevolazione previste per le aree frazionali consentirà, per le stesse frazioni,  un ulteriore abbattimento di 500mila euro – spiega l’assessore Di Padova – le relative utenze godranno, dunque, di una riduzione maggiore rispetto a quella prevista per tutti i cittadini”. Una scelta che, evidenzia il sindaco, “si pone nell’ottica della valorizzazione della differenziata e della tariffa puntuale e che mira a dare uno ristoro e un riconoscimento a quelle comunità per le quali è stato introdotto il sistema misto”.  

- Pubblicità -

 

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo del Comune di Teramo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 18, anche sulle pagine del portale web del Comune di Teramo, sul quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte: comune.teramo.it

 

- Pubblicità -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments