venerdì, Febbraio 3, 2023
HomePoliticaCentri antiviolenza, Marcozzi: ritardi per i fondi

Centri antiviolenza, Marcozzi: ritardi per i fondi

- Advertisement -

Consiglio Regionale d’Abruzzo, ultime dal sito dell’Ufficio Stampa dell’Emiciclo:

– “Si continuano ad accumulare ritardi nell’erogazione di fondi ai centri antiviolenza e alle case rifugio – riporta testualmente l’articolo online. Una situazione di inerzia grave e, a mia memoria, mai vista in Regione Abruzzo su tematiche tanto importanti – Parliamo di realtà che convivono con difficoltà quotidiane a far quadrare i conti nonostante la straordinaria funzione che svolgono per il territorio, offrendo un supporto a tutela delle donne vittime di violenza – si apprende dal portale web ufficiale. Purtroppo non è la prima volta che mi trovo a dover denunciare il fatto che, ai provvedimenti dirigenziali, non seguano l’erogazione effettiva dei soldi”. A denunciarlo è il Consigliere regionale e Presidente della Commissione d’inchiesta sull’emergenza idrica Sara Marcozzi: “Gli ultimi gravi casi di ritardo riguardano la determinazione N. DPF013/174 del novembre scorso con cui si rimborsavano alcune Associazioni a seguito dei progetti portati avanti fino al settembre 2022. Da allora, però, non risulterebbero ancora erogate le somme spettanti – precisa il comunicato. Un rallentamento che comporta intollerabili criticità per i CAV, costretti al recupero di somme anticipate e impossibilitati a stilare la programmazione per la realizzazione di progetti futuri”. “Davanti alla lotta contro la violenza sulle donne i rallentamenti burocratici non possono essere tollerati – aggiunge la nota pubblicata. Anche il Consiglio regionale ha dato un segnale chiaro nell’ultima sessione di bilancio, approvando un emendamento a mia firma che incrementa di 150 mila euro all’anno i fondi regionali a disposizione dei centri antiviolenza e delle case rifugio – recita il testo pubblicato online. Mi auguro che questa nuova denuncia pubblica possa sbloccare l’iter una volta per tutte, e che, soprattutto, non sia necessario farne altre da qui ai prossimi mesi”, conclude Marcozzi – precisa la nota online. (com/red)

Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio stampa dell’Emiciclo. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 17, anche mediante il sito internet del Consiglio Regionale d’Abruzzo, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: emiciclonews.it

 

LEGGI ANCHE
- Advertisment -

Ultime