domenica, Luglio 14, 2024
HomePoliticaConsiglio Regionale, la nota. Pepe: I pagamenti della Pac sono in ritardo

Consiglio Regionale, la nota. Pepe: I pagamenti della Pac sono in ritardo

Consiglio Regionale dell’Abruzzo, nuovo comunicato diramato attraverso l’Ufficio Stampa dell’Emiciclo:

– “Lo smantellamento del dipartimento agricoltura attuato negli ultimi cinque anni dalla giunta di Marsilio e dall’assessore Imprudente stanno condizionando la tenuta dell’intero sistema agricolo regionale”. Lo afferma in una nota il consigliere Dino Pepe che lancia l’allarme sui ritardi relativi alla erogazione dei fondi della Pac: “Agli agricoltori abruzzesi non vengono più garantiti i servizi minimi, il pagamento della indennità compensativa è una misura indispensabile per sostenere il reddito delle imprese agricole, soprattutto delle aree interne – recita la nota online sul portale web ufficiale. La pandemia prima e le diverse crisi climatiche degli ultimi due anni dopo, hanno messo a dura prova il comparto, proprio per questa ragione la puntuale, e per intera, erogazione dei contributi finalizzati a sostenere il reddito degli agricoltori, avrebbe rappresentato indubbiamente un segnale di attenzione ma soprattutto una misura concreta di aiuto – aggiunge testualmente l’articolo online. Stiamo parlando”, evidenzia Pepe “delle domande presentate entro il mese di giugno 2023 che a distanza di quasi 7 mesi, a quanto pare, non sono state ancora del tutto istruite – La giunta Marsilio purtroppo è colpevolmente inconsapevole dell’importanza di questa misura e di quanto sia fondamentale la tempestività del pagamento della Pac. Negli anni della giunta di centrosinistra prevedemmo addirittura un anticipo al 31 luglio dell’anno della domanda – viene evidenziato sul sito web. L’intento era proprio di garantire liquidità e sostegno alle aziende soprattutto quelle delle aree interne e delle zone più svantaggiate – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. Questa è solo l’ultima delle emergenze che sta travolgendo il sistema agricolo regionale – si apprende dalla nota stampa. Le responsabilità della giunta regionale sono evidenti; il continuo e sistematico smantellamento del dipartimento agricoltura sta producendo questi dannosi effetti e la provincia di Teramo ancora una volta è la più danneggiata – si apprende dal portale web ufficiale. Le sedi territoriali di Atri e Giulianova sono state completamente chiuse, in quella di Nereto si è passati da oltre dieci addetti che istruivano pratiche, a un solo dipendente mentre, sul territorio di Teramo, addirittura dagli oltre settanta si è passati agli attuali quindici – aggiunge la nota pubblicata. È evidente che la rete del dipartimento agricoltura ha subito dei grossi tagli e i risultati sono sotto gli occhi di tutti – aggiunge la nota pubblicata. Addirittura i mancati pagamenti delle indennità stanno provocando la vendita di animali degli allevamenti per sostenere i costi aziendali – precisa il comunicato. I trattori dopo anni sono tornati in piazza per protestare contro Marsilio e il sottosegretario D’Eramo e i sindacati, tutti insoddisfatti, hanno manifestato tutta la loro delusione al Consiglio regionale straordinario di Ottobre” conclude Pepe – recita la nota online sul portale web ufficiale. (com/red)

E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informazione del Consiglio Regionale d’Abruzzo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente nel presente articolo il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 13, anche mediante il sito internet del Consiglio Regionale d’Abruzzo, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: emiciclonews.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime