domenica, Febbraio 25, 2024
HomePoliticaConsiglio Regionale: ultime news. Tpl, Pettinari: crescono solo i disservizi

Consiglio Regionale: ultime news. Tpl, Pettinari: crescono solo i disservizi

Consiglio Regionale d’Abruzzo, nuova nota diramata in giornata dall’Ufficio Stampa dell’Emiciclo:

– “Oltre 200 corse tagliate nel corso del 2023 a causa della carenza di personale – si apprende dalla nota stampa. Ben 100 riguardano il trasporto su ferro che negli ultimi due mesi registra meno 51 a ottobre e meno 57 a novembre – si apprende dalla nota stampa. Un dato allarmante, anche per le casse di Regione Abruzzo, poiché comunque dall’ente vengono pagate come effettuate – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. E da questo mese le cose andranno ancora peggio perché sono previsti dal 1 dicembre quasi 30 pensionamenti di cui 15 autisti – aggiunge la nota pubblicata. I tempi tecnici per rimpiazzarli non ci sono, se non, in parte, con l’ausilio di agenzie interinali – precisa il comunicato. Questo si traduce in ulteriori tagli alle corse, personale insufficiente e non adeguatamente formato – riporta testualmente l’articolo online. La cronica carenza di personale, con tutti i disagi che comporta, si va a intersecare in una situazione generale legata alla scarsa qualità dei mezzi, degli stalli e dei servizi già enormemente carenti – Questa è la gestione del servizio di trasporto pubblico a guida centrodestra – viene evidenziato sul sito web. Un disastro, l’ennesimo, messo in atto da Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia, capaci solo di autocelebrazione a chiacchiere, mentre tutto intorno cade a pezzi”. E’ quanto sostiene il vicepresidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari, che questa mattina torna a denunciare i disservizi legati al trasporto pubblico abruzzese che, come lui stesso ricorda “rappresenta la seconda voce di bilancio nelle competenze di Regione Abruzzo – riporta testualmente l’articolo online. Abbiamo ascoltato personale e utenti – spiega ancora Pettinari –  che subiscono enormemente i disagi generati dalla scarsa forza lavoro: i dipendenti, in termini di straordinari massacranti e ferie non godute; l’utenza perché viaggia, se la corsa non è stata soppressa, su mezzi guidati da autisti stanchi ed esasperati – aggiunge la nota pubblicata. Tante volte sono state fatte rimostranze per denunciare questo stato di cose, sia al Presidente di Regione Abruzzo Marsilio, ma anche al Sottosegretario con delega ai trasporti, nonché ai Prefetti delle quattro province abruzzesi.  Questi ultimi sono stati interessati della vicenda maggiormente sul fronte della sicurezza, altro grande problema – si legge sul sito web ufficiale.  Quando si arriva al terminal bus di Pescara – continua Pettinari – possiamo constatare una situazione di degrado assoluto – recita il testo pubblicato online. I dipendenti parlano di manto stradale ammalorato, segnaletica orizzontale inesistente, e quella poca che c’è è logorata e poco visibile, hanno pienamente ragione – recita la nota online sul portale web ufficiale. Ma basta guardarsi intorno per accorgersi che le denunce dei lavoratori sono più che legittime – si apprende dalla nota stampa. Questo stato di cose genera un enorme caos nell’assegnazione degli stalli per i mezzi – precisa il comunicato.  La scarsa illuminazione nelle ore di buio, poi, rende poco visibili gli spazi e si registra un accesso incontrollato di autoveicoli privati non autorizzati, che mettono a repentaglio la sicurezza di autisti e utenti – Sono presenti, poi, numerose barriere architettoniche che impediscono la libera circolazione della totalità dei cittadini. Nei giorni festivi, dove il turismo si intensifica, la biglietteria è chiusa, ed è impossibile acquistare biglietti per tratte a lunga percorrenza e richiedere informazioni – precisa la nota online. Un servizio, quest’ultimo, di grande importanza per l’utenza, visto che non ci sono informative cartacee affisse – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. In particolar modo le persone anziane sono le più in difficoltà, perché l’azienda di gestione dei trasporti sembra fare affidamento esclusivamente alle consultazioni on line, evidentemente non accessibili a tutti – aggiunge la nota pubblicata. Usciti dall’area di risulta la situazione non migliora – si apprende dal portale web ufficiale. Viale Marconi per gli autisti è diventata una roulette russa: tutti sanno che prima o poi l’incidente arriva, bisogna solo capire a chi tocca – Senza contare i disagi creati dalla rotatoria di Rampigna verso San Cetteo, alcune sigle sindacali hanno presentato un esposto, perché addirittura nella corsia preferenziale per i Bus si trova anche la pista ciclabile – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. Una scelta assurda e pericolosa, visto che in alcuni punti la larghezza del tratto non consente neanche il passaggio di bici e bus contestualmente – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale.   Inoltre, il cambio continuo delle tratte cittadine, causa delle partite o di eventi particolari, non viene adeguatamente comunicato: spesso si vede gente ammassata sotto la fermata degli autobus in attesa di un mezzo che non arriverà perché per quella giornata transiterà nella strada parallela – si apprende dal portale web ufficiale. Non si possono lasciare cittadini in balia di questo caos. Oggi qui al mio fianco ci sono utenti e dipendenti a chiedere con determinazione che si interrompa questo circolo vizioso di criticità. Dopo cinque anni di centrodestra la situazione a Pescara, come nel resto della Regione, è di degrado assoluto”,  conclude – (com/red)

E’ quanto si legge in una nota ufficiale diffusa, poco fa, dal servizio stampa del Consiglio Regionale dell’Abruzzo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente nel presente articolo il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 08, anche mediante il sito internet del Consiglio Regionale d’Abruzzo, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: emiciclonews.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime