venerdì, Giugno 21, 2024
HomePoliticaEmiciclo. IASRIC, Convegno per gli 80 anni della Liberazione

Emiciclo. IASRIC, Convegno per gli 80 anni della Liberazione

Consiglio Regionale dell’Abruzzo, nuovo comunicato diramato attraverso l’Ufficio Stampa dell’Emiciclo:– Giovedì 13 giugno, alle ore 15:30, nell’aula 3A del Dipartimento di Scienze umane dell’Università dell’Aquila, è in programma un convegno di studi storici dal titolo “1944-2024 Ottantesimo anniversario della Liberazione della città dell’Aquila e della sua provincia” organizzato dall’Istituto abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea e dall’Ateneo aquilano – Dopo i saluti di Marco Segala, direttore del Dipartimento di Scienze Umane e di Carlo Fonzi, presidente dello IASRIC , l’introduzione dei lavori sarà affidata a Edoardo Puglielli – precisa il comunicato. Interverranno: Nicola Palombaro sul tema “Tra necessità e consapevolezza: le peculiarità della Resistenza abruzzese”; Francesco di Cintio (Il Country Regiment della Brigata Maiella: il sistema di reclutamento territoriale da Caoli a Sulmona); Piero Nicola Di Girolamo (Donne nella Resistenza abruzzese); Riccardo Lolli (L’Aquila dall’armistizio alla Liberazione); Enzo Fimiani (Resistenza e Liberazione: tra storia e memoria); modera Simona Troilo –

Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informazione del Consiglio Regionale d’Abruzzo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche mediante il sito internet del Consiglio Regionale d’Abruzzo, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: emiciclonews.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime