martedì, Luglio 23, 2024
HomePoliticaM5S Abruzzo, Fedele (M5S): “Il Sindaco Biondi mente sapendo di mentire, la...

M5S Abruzzo, Fedele (M5S): “Il Sindaco Biondi mente sapendo di mentire, la sanità nella provincia dell’Aquila è stata sacrificata con la sua complicità”

Movimento 5 Stelle Abruzzo, nuova nota diramata in giornata dal partito attraverso il proprio sito web ufficiale:

“Ancora una volta il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, fiero scudiero dei vertici nazionali di Fratelli d’Italia, ha perso un’occasione per evitare una brutta figura scegliendo la strada delle menzogne – si apprende dalla nota stampa. L’ennesima mistificazione dell’esponente di FdI è quella secondo cui Luciano D’Amico e il Patto per l’Abruzzo non vorrebbero che l’ospedale San Salvatore dell’Aquila diventasse Dea di II livello – recita il testo pubblicato online. Lo affermano dopo aver letto tre righe all’interno di un paragrafo di un intero programma elettorale, estrapolate ad arte con l’unico intento di creare una polemica per avvelenare un clima elettorale che li vede prossimi alla sconfitta – Si parla infatti delle Case di Comunità – e non del Dea di II livello – e dell’ennesima scelta sbagliata fatta da questo centrodestra, ovvero quella di volerne collocare una presso l’ospedale aquilano – aggiunge testualmente l’articolo online. Tale decisione sarebbe un grave errore poiché, così facendo, andrebbe contro la stessa logica per cui sono state immaginate, cioè favorire una sanità più diffusa e quindi capillare sul territorio – recita il testo pubblicato online. Il primo cittadino della città capoluogo di provincia e di regione non ha praticamente compreso nulla di ciò che ha letto – aggiunge testualmente l’articolo online. Il suo nervosismo è figlio della paura di perdere le imminenti elezioni del 10 marzo e per questo sceglie di rifugiarsi nella disinformazione, ossia in ciò che un uomo delle Istituzioni non dovrebbe mai fare: mentire ai cittadini”. Lo dichiara Giorgio Fedele, Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. “Biondi, Marsilio e il loro centrodestra, se realmente avessero voluto il potenziamento del San Salvatore, avrebbero potuto coinvolgere la tanto millantata filiera politica di cui vanno fieri, quella che parte dal Comune dell’Aquila e attraversa la provincia e la Regione per arrivare al Governo nazionale – si apprende dalla nota stampa. Ma non lo hanno fatto, non hanno voluto in alcun modo tentare di portare l’ospedale del capoluogo di Regione a Dea di II livello per non pagare, a pochi mesi dalle elezioni, le conseguenze di questa scelta sugli altri territori – precisa il comunicato. Un atteggiamento, questo, da veri irresponsabili – Questo modo di fare che ha contraddistinto il Presidente Marsilio in questi cinque anni ha enormemente penalizzato in particolar modo la provincia dell’Aquila, e ciò perché Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia hanno sempre considerato questo territorio il loro feudo dove possono sentirsi liberi di agire indisturbati – precisa la nota online. Tanto è vero che le scelte importanti hanno sempre riguardato gli altri territori della regione con l’unico scopo di creare consenso laddove non era e non è presente”. “Tutto questo è avvenuto nel totale silenzio di Biondi, sindaco dell’Aquila, cioè la città capoluogo di provincia e di regione, proprio lui che è stato ed è presidente del Comitato ristretto dei sindaci dell’Asl1, carica che lo avrebbe dovuto portare a denunciare anzitutto i tanti problemi della sanità del nostro territorio – E invece ha chiuso tutti e due gli occhi, accettando continui scippi e depotenziamenti – precisa la nota online. Leggere infine le parole di Biondi che parla di territori di serie A e di serie B fa ulteriormente rabbia perché in questi cinque anni il centrodestra ha relegato la nostra provincia a fanalino di coda della regione: il peggioramento delle condizioni delle aree interne è stato esponenziale ed a subire le conseguenze sono stati e sono tutt’ora i cittadini, vittime del malgoverno dell’amministrazione regionale uscente – si apprende dalla nota stampa. Rispediamo quindi al mittente queste becere accuse dal sapore di propaganda, questa sì, di serie B”.

Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio stampa del Movimento 5 Stelle Abruzzo. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 14, anche sulle pagine del portale web del Movimento 5 Stelle Abruzzo, sul quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte: movimento5stelleabruzzo.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime