domenica, Febbraio 25, 2024
HomePoliticaPD Abruzzo, SANITA’, AREE INTERNE E AMBIENTE AL CENTRO DELLA VISITA DI...

PD Abruzzo, SANITA’, AREE INTERNE E AMBIENTE AL CENTRO DELLA VISITA DI ELLY SCHLEIN NELLA MARSICA

Nuova nota pubblicata sul portale ufficiale del Pd Abruzzo:

“Le divisioni del centrodestra sono evidenti, in particolare quando si tratta di potere e posti di potere – Noi abbiamo scelto molto tempo fa una candidatura credibile, trasversale, che parla alle persone perché è una storia, quella di Luciano D’Amico, capace di raccontare un impegno forte per l’Abruzzo, da economista e da ex rettore dell’Università di Teramo”. Lo ha detto Elly Schlein, incontrando i giornalisti davanti l’ospedale di Avezzano nel corso del suo tour in Marsica per la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali del 10 marzo – riporta testualmente l’articolo online.   “Siamo qui perché vogliamo ascoltate le lavoratrici e i lavoratori della sanità pubblica, in sofferenza per la mala gestione della giunta regionale guidata da Marco Marsilio e perché, da 15 mesi, c’è un governo che non crede nel servizio sanitario universale, che ha tagliato risorse allungando, così, le liste di attesa – si apprende dal portale web ufficiale. E la risposta a liste di attesa che si allungano fino a 3 anni per una visita specialistica, non può essere che il personale esistente deve lavorare di più; in realtà, troppo spesso il personale è assolutamente insufficiente – Anche in questa struttura, come in altre qui in Abruzzo, c’è una forte sofferenza dell’emergenza-urgenza – C’è un problema di visione della sanità pubblica territoriale, perché la destra, semplicemente, una visione non ce l’ha – si apprende dal portale web ufficiale. Non ci crede – recita la nota online sul portale web ufficiale. La pandemia avrebbe dovuto insegnarci che non basta una rete di ospedali di qualità nelle grandi città, serve una risposta che sia vicina a dove le persone esprimono i loro bisogni di cura – viene evidenziato sul sito web. Altrimenti, lo vivranno come diritto a metà. Veniamo da Tagliacozzo, dove la giunta regionale ha declassato l’ospedale rendendolo uno stabilimento di questo nosocomio, mettendo a rischio l’eccellenza che si è creata in quel territorio nella riabilitazione – si apprende dalla nota stampa. Abbiamo incontrato il comitato che si sta battendo a difesa di quell’ospedale; qui ad Avezzano, invece, incontriamo operatrici e operatori che affrontano carenze infrastrutturali, di investimenti, progettualità, persino di farmaci – C’è bisogno di avere cura delle nostre comunità; per noi, è questa la priorità”. La segretaria nazionale dem  ha ripercorso le tappe del suo tour in Abruzzo: “Siamo stati in giro per le aree interne ad ascoltare e raccogliere la voce di lavoratrici e lavoratori del settore agricolo, fondamentale per questa terra – viene evidenziato sul sito web. Siamo stati ad Aielli, a vedere come l’arte, la cultura, la bellezza, i murales hanno ravvivato un borgo che altrimenti rischiava lo spopolamento – recita il testo pubblicato online. Poi abbiamo visitato Sante Marie, altro borgo dove un turismo diverso e sostenibile ha saputo attrarre attività economiche e opportunità di lavoro per i giovani – precisa il comunicato. Noi siamo impegnati a costruire possibilità affinché i giovani non siano costretti, per i contratti precari o per i salari troppo bassi, ad andare altrove, all’estero o in altre regioni – Qui abbiamo trovato realtà resistenti che dimostrano come sia possibile investire su un nuovo modello di sviluppo che possa creare buona impresa, opportunità di lavoro e, dunque, progresso”. “Noi ci crediamo – ha proseguito Schlein – e sono questi i cardini del programma intorno a cui si è riunita la coalizione ampia a sostegno di Luciano D’Amico”. In chiusura, la segretaria nazionale del Pd ha rilanciato l’invito a sostenere la battaglia in difesa della riserva naturale del Borsacchio: “E’ successa una cosa molto grave: la Regione Abruzzo, con un emendamento passato di soppiatto di notte, senza prima una consultazione con la comunità di Roseto degli Abruzzi, ha deciso di polverizzare la Riserva naturale del Borsacchio, schiacciandola dai 1100 ettari attuali a 25 ettari – precisa il comunicato. Pensiamo sia una scelta estremamente sbagliata – si legge sul sito web ufficiale. L’invito che facciamo è a firmare la petizione delle associazioni ambientaliste, ad appoggiarla – si apprende dal portale web ufficiale. Intanto, il Pd si è mobilitato, ha già presentato una legge per fermare questo scempio – Sono territori che vanno tutelati, una ricchezza naturale preziosa per tutti, non possono prevalere le ragioni della speculazione edilizia o della caccia – si legge sul sito web ufficiale. Sono territori che vanno protetti: per questo, l’invito è a firmare la petizione”.

Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal PD Abruzzo e online sul portale ufficiale del partito. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 17, anche sulle pagine del portale web del Pd Abruzzo, sul quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte: pd-abruzzo.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime