venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAttualitàChieti, Vignaioli in Piazza, arriva a Chieti il primo grande evento nazionale...

Chieti, Vignaioli in Piazza, arriva a Chieti il primo grande evento nazionale sul vino

Chieti, nuova nota pubblicata sul portale ufficiale del Comune:Chieti, 10 giugno 2024 – Sarà piazza San Giustino a ospitare il primo grande evento di rilievo nazionale sul vino in città: dopo il successo delle edizioni passate in piazza Malta, i Vignaioli Teatini scommettono ancora su Chieti e tornano con “Vignaioli in Piazza”, in programma sabato 22 giugno dalle ore 18. Nella piazza principale della città, si celebra il vino di qualità e chi lo produce con rispetto dell’ambiente, delle risorse e delle persone – Alla base dell’evento c’è la rinnovata alleanza tra le nove aziende vitivinicole verticali riunite nei Vignaioli Teatini e la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (Fivi), organizzazione nazionale che tutela e rappresenta i viticoltori italiani promuovendone gli interessi e l’autenticità dei vini – precisa la nota online. In collaborazione con Slow Food Chieti, l’evento gode del patrocinio del Comune di Chieti e del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo – Stamane la presentazione alla stampa – si apprende dal portale web ufficiale.   “Siamo orgogliosi di aver sostenuto sin dall’inizio l’unione dei nostri produttori, l’abbiamo vista nascere e muovere i primi passi, con la convinzione che agire in squadra sia il modo migliore per promuovere e far conoscere i prodotti del territorio – così il sindaco Diego Ferrara, l’assessore all’Ambiente e Transizione ecologica Chiara Zappalorto e l’assessore al Commercio Manuel Pantalone -. Sicuramente l’unione dei produttori fa la forza del territorio teatino, dove nascono alcuni fra i migliori vini d’Abruzzo – Come Amministrazione e come città di origine di tanti e tali prodotti, non possiamo che esserne orgogliosi e dargli spazio perché vengano conosciuti e assaporati da più gente possibile – recita la nota online sul portale web ufficiale. Per cui invitiamo la città e tutto il territorio a questa festa di sapori e di qualità il 22 giugno, con l’auspicio che sia il primo evento nazionale di una lunga serie”.   “La scelta di tornare in piazza suggella il legame tra i vignaioli e la città e vuole consolidare il ruolo di Chieti come capoluogo della provincia produttiva più importante dell’Abruzzo vitivinicolo – afferma Luigi Di Camillo, presidente dei Vignaioli Teatini -. L’evento forza nella sinergia con Fivi e Slow Food con cui condividiamo valori e obiettivi, e mira a diventare un appuntamento regionale di riferimento”. Intanto, il secondo incontro estivo è previsto per il 27 luglio a Francavilla al Mare, in piazza Sirena – si legge sul sito web ufficiale.   Gestione familiare, cura dell’azienda dalla vigna alla bottiglia, valorizzazione dei vitigni autoctoni, pratiche sostenibili in viticoltura – si apprende dal portale web ufficiale. Sono questi gli elementi comuni alle oltre 20 cantine aderenti alla manifestazione: aziende di piccola scala provenienti da tutto il territorio abruzzese e da oltre i confini regionali, grazie alla collaborazione con la Fivi – aggiunge la nota pubblicata.   “Con i vignaioli che partecipano da fuori regione condividiamo le stesse regole di produzione, improntata su filiera corta e verticalità: il tempo e la passione investiti in azienda sono i tratti distintivi delle piccole realtà produttive come le nostre – dichiara Emilio Rapino, delegato Fivi Abruzzo e Molise-. Con questo appuntamento vogliamo uscire fuori dalle cantine e trasmettere i nostri valori ai cittadini, invitarli a trovarci in azienda e riscoprire l’importanza di fare acquisti direttamente da noi per sostenere le economie di piccola scala che valorizzano il territorio”.   “Oggi più che mai abbiamo bisogno di creare nuove connessioni tra il contesto urbano e quello rurale – aggiunge Laura La Spada, presidente di Slow Food Chieti -. Il sistema produttivo alimentare industriale ha un peso enorme sulla salute dell’ambiente e delle persone, ma a partire da scelte consapevoli sul cibo – e quindi sul vino in quanto prodotto agricolo – e sul suo valore, possiamo generare un impatto positivo, improntato sul rispetto delle risorse anziché sul loro consumo”.   “L’unione fra vignaioli nata a Chieti è un’esperienza unica in Italia – conclude il presidente delle Città del Vino Angelo Radica – . Una rete inedita che bisogna ingrandire e promuovere, perché fa parlare il territorio e promuove la qualità di un prodotto che diventa volano economico in uno dei momenti più drammatici per la categoria segnata da tanti problemi e da raccolti danneggiati dal maltempo del 2023 e dalle stimmate della peronospora”.   Ad arricchire la manifestazione sono le numerose proposte gastronomiche: in piazza San Giustino si potranno gustare le selezioni di salumi artigianali dell’azienda Aiaverde di Pizzoferrato (Ch), le produzioni casearie di Fattoria Majella di Abbateggio (Pe) e i gelati del territorio di Scilò, oltre che le offerte culinarie dedicate dei ristoranti Futura e Portico 15. Largo Rocchetti ospita l’area riservata al cibo di strada con proposte tipiche locali – precisa la nota online. Dalle 19, musica dal vivo con Meca’s dream jazz quintet, StraitsLand e Gianluca Iezzi DJ.   La partecipazione alla manifestazione è libera, per la sola degustazione di vino è richiesto il pagamento di un ticket di 15 euro che dà diritto a calice, sacchetta e quattro assaggi a scelta tra le cantine presenti – precisa il comunicato. Tramite l’acquisto in prevendita è possibile usufruire della cassa prioritaria – si apprende dal portale web ufficiale.     Sono 21 i vignaioli abruzzesi che partecipano alla manifestazione e 6 le cantine provenienti da fuori regione – recita la nota online sul portale web ufficiale. Ecco l’elenco completo delle aziende aderenti – aggiunge la nota pubblicata.   Abbazia di Propezzano – Morro d’Oro (Te) Ancarani – Faenza (Ra) Barro Sante – Motta di Livenza (Tv) Buzzarone – Torrevecchia (Ch) Cantina Rapino – Francavilla al Mare (Ch) Cantina Wilma – Chieti Cantine Maligni – Chieti Castelsimoni – Cese (Aq) Cataldi Madonna – Ofena (Aq) Cingilia – Cugnoli (Pe) Cirelli – Atri (Te) Claudio Cipressi – San Felice del Molise (Cb) Donato Di Tommaso – Rosciano (Pe) Fattoria Teatina – Chieti Fontefico – Vasto (Ch) Fosso degli Angeli – Casalduni (Bn) I Fauri – Ari (Ch) Paolucci – Paglieta (Ch) Pesolillo – Chieti Pietraventosa – Gioia del Colle (Ba) Podere Della Torre – Spoltore (Pe) Rabottini – San Giovanni Teatino (Ch) Rive Col de Fer – Caneva (Pn) Simigliani – Ripa Teatina (Ch) Speranza – Rosciano (Pe) Tenuta Trium – Notaresco (Te) Trebotti – Castiglione in Teverina (Vt) Zappacosta – Chieti  

E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal Comune teatino e online sul portale istituzionale dell’Ente. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, riportato integralmente, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche mediante il canale web istituzionale del Comune di Chieti, sul quale ha trovato spazio la notizia. Fonte del comunicato: comune.chieti.it

 

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime