martedì, Luglio 23, 2024
HomeCronacaCHIETI: VIOLANO OBBLIGO DI DIMORA, DUE ARRESTI

CHIETI: VIOLANO OBBLIGO DI DIMORA, DUE ARRESTI

Dal sito ufficiale dei Carabinieri:

Roma, 8 feb. I Carabinieri della Stazione di Castel Frentano (Chieti) hanno dato esecuzione a due misure cautelari degli arresti domiciliari, in aggravamento alla più tenue misura dell’obbligo di dimora, nei confronti di due giovani di Sant’Eusanio del Sangro (Ch), già conosciuti alle forze dell’ordine, che avevano violato le prescrizioni impostegli dal giudice – si legge nella nota ufficiale pubblicata online sul sito web istituzionale. I due erano già stati tratti in arresto lo scorso 23 dicembre dagli stessi Carabinieri della Stazione di Castel Frentano, intervenuti nei pressi di un bar del paese dove stavano disturbando alcuni clienti – aggiunge la nota pubblicata. Nella circostanza, i due giovani, in evidente stato di alterazioni psicofisica avevano reagito nei confronti dei militari operanti che li avevano quindi arrestati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale – Sottoposti a giudizio direttissimo erano stati scarcerati e sottoposti all’obbligo di dimora in Sant’Eusanio del Sangro, ove sono entrambi domiciliati, con alcune limitazioni negli orari di uscita – Nei giorni successivi, però, i Carabinieri li hanno più volte sorpresi in giro in orari non consentiti ed hanno trasmesso un dettagliato rapporto alla competente autorità giudiziaria che ha subito emesso un provvedimento di aggravamento ordinando nuovamente la loro sottoposizione agli arresti domiciliari, questa volta con l’applicazione del braccialetto elettronico – aggiunge testualmente l’articolo online.

Lo riporta una nota diffusa, nelle ultime ore, dai Carabinieri e pubblicata online sul sito istituzionale. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 08, anche mediante il sito internet dei Carabinieri, sezione Comunicati Stampa, attraverso il quale e’ stata data diffusione alla notizia. Fonte della nota riportata: carabinieri.it

Condividi questo articolo

Condividi l'articolo sui social o invialo tramite whatsapp ai tuoi contatti: clicca su una delle icone qui in basso e contribuisci anche tu a diffondere notizie e contenuti! Per te è un piccolo gesto, ma di grande importanza per la diffusione dell'informazione on-line.

LEGGI ANCHE

FOCUS

Recensioni

Ultime